Star Wars Battlefront 2: il punto sui contenuti post lancio

Dopo l’emozionante trailer di lancio di Star Wars Battlefront 2, si torna a parlare dell’ultima fatica in casa Dice, prodotta in collaborazione con Criterion e con Motive. Dopo l’annuncio di qualche mese fa riguardante il completo stravolgimento del piano di supporto post lancio del prossimo capitolo, si torna finalmente ad affrontare argomenti tanto spinosi quanto cari ai videogiocatori: dlc, season pass e microtransazioni.

Espansioni e Season Pass

Se uno degli aspetti più criticati nel precedente capitolo era senz’ombra di dubbio la scelta di rilasciare a cadenza regolare contenuti a pagamento, questa volta Dice ed Electronic Arts hanno optato per un piano di supporto completamente differente: le espansioni verranno infatti rilasciate gratuitamente a cadenza stagionale. Curate in collaborazione con la Lucasfilm, le espansioni vedranno l’arrivo all’interno di Star Wars Battlefront 2 di nuovi pianeti, eroi, carte stellari, veicoli e mezzi. Non sarà dunque più richiesto possedere un season pass per ricevere i nuovi contenuti.

La prima delle molte stagioni pianificate dallo studio di sviluppo arriverà a dicembre in seguito all’uscita del nuovo film Star Wars: Gli Ultimi Jedi. Ad annunciarlo sul palco di Electronic Arts è stato proprio John Boyega, attore nonché fan di lunga data della saga.

“Hello there.”

Boyega non si è però limitato soltanto ad annunciare l’arrivo di nuovi contenuti dedicati al prossimo film, ha anche svelato quali saranno i primi contenuti in arrivo, ovviamente gratuitamente, per tutti coloro che compreranno il gioco. I primi contenuti che andranno ad arricchire il pacchetto base del gioco, già 3-4 volte più corposo rispetto al precedente capitolo, saranno il nuovo pianeta desertico dalla polvere rossa di nome Crait, una nuova stazione spaziale sopra D’Qar, il Capitano Phasma e ovviamente Finn.

Non finisce qui però, perché a cadenza regolare verranno rilasciati nuovi eventi pubblici ai quali fan potranno prendere parte, se lo desiderano, per ottenere nuove ricompense e perché no magari qualche nuovo accessorio.

No al pay to win

Fatto tesoro del feedback dei fan, Electronic Arts e Dice hanno dunque deciso di stravolgere le carte in tavola, andando eliminare un season pass mal digerito dall’utenza, e sostituendolo con contenuti gratuiti e tanti tanti eventi pubblici. Se da un lato il publisher e lo studio hanno deciso di venire incontro alle richieste, dall’altro c’è comunque la necessità di rientrare dei costi di produzione, di sicuro ingenti. Star Wars Battlefront 2 conterrà dunque anche delle micro transazioni. Del tutto non invasivi, gli acquisti in game andranno a velocizzare la progressione, permettendo probabilmente di accumulare esperienza e crediti di gioco molto più rapidamente. Una cosa però ci hanno tenuto a precisare, l’esperienza di gioco non verrà alterata, Star Wars Battlefront 2 non diverrà un pay to win.

IlSabbipode

Amante dei viaggi e della fotografia, è un appassionato di film, serie tv e videogiochi. Cresciuto a pane, Tekken e Star Wars, dopo il diploma Scientifico con sperimentazione Tecnologica ha deciso di buttarsi nel "meraviglioso" mondo di Internet. Dopo quasi tre anni di esperienza nel mondo delle utility ha deciso di creare qualcosa di proprio.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *