Assassin’s Creed Origins è realtà: primo trailer

Finalmente Assassin’s Creed Origins è realtà. Dopo tanto parlare, tra informazioni rubate e smentite, abbiamo la conferma ufficiale che sta per uscire un nuovo capitolo firmato Ubisoft. Il gioco, che verrà rilasciato il 27 ottobre, porterà numerose modifiche al gameplay, mantenendo però le caratteristiche che hanno fatto di Assassin’s Creed uno dei titoli più importanti sulla scena video-ludica.

Origini

Proprio questa è la parola chiave. Tutto nel trailer è strutturato perché sia chiaro che questo nuovo titolo è un ritorno alle origini, a dove tutto è iniziato. Ecco che ci troviamo circondati da palme, con i piedi che sprofondano nella sabbia a preoccuparci di non venire mangiati dagli alligatori se decidiamo di fare un bagno.

In Assassin’s Creed Origins ci troviamo ad essere tra coloro che vivranno tra le leggende, i primi a venir chiamati “Assassini”, i primi a venire pagati per uccidere,  i primi membri della confraternita, i primi ad essere temuti.

assassin's creed origins: wallpaper

L’eredità dei Medjay

Bayek, il protagonista di questo capitolo, è l’ultimo membro di un’antico ordine di guerrieri: i Medjay. Quest’ordine, di origini nubiane, ha servito il faraone per centinaia di anni, fornendogli agenti specializzati nella risoluzione di diversi problemi come il proteggere città e templi dalle svariate minacce. Nato nella città di Siwa, Bayek viene visto come un eroe, ma più si allontana dalla sua città natale e più l’influenza del greco Tolomeo cresce e con essa diminuisce la sua reputazione agli occhi di chi sta al potere, che è sempre più incline al giudicarlo come “uno scomodo retaggio del passato”.

Ai tempi di Bayek, i Medjay non avevavo più ragioni di esistere, poiché i governatori non era più i faraoni, c’erano altre persone ormai a sostituire i Medjay

dice Maxime Durand, coordinatore della produzione e ricercatore storico a Ubisoft Montreal.

assassin's creed origins: wallpaper 2

“Ma un’ascensore mai, eh?”

Un altro Assassin’s Creed?

Come può questa saga, dopo numerosi capitoli, essere ancora così in forma?

Perchè, nonostante mantenga saldamente gli ormai ben chiari tratti che la distinguono, si rinnova ogni volta. Il gameplay ha subito pesanti cambiamenti, così come la grafica e le quest. Da recenti dichiarazioni, l’intelligenza artificiale degli NPC è stata finalmente migliorata. Restano ancora pesanti dubbi per quanto riguarda la qualità delle animazioni dei movimenti dei personaggi, che dal trailer sembrano ancora troppo “macchinose”. Non c’è come giocarlo, non appena uscirà!

 

Fonte: Blog Ubisoft

Valerio Ferrara

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all'università di Milano-Bicocca. Esperto nell'ignorare le continue segnalazioni del "è bravo, ma non si impegna", decide di impegnarsi appieno nell'attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *