State of Decay 2: come farai a sopravvivere?

Undead Labs è pronta ad annunciare State of Decay 2, sequel dell’omonimo gioco, che sarà disponibile nella primavera del 2018 su PC e Xbox One. Il gioco è un survival in terza persona ambientato in un universo in cui la piaga degli zombie ha preso il sopravvento.

Pubblicato da Microsoft Games, il gioco era stato annunciato all’E3 2016 e la sua uscita era in programma per il 2017. All’E3 2017 è stata però aggiornata la data di pubblicazione per l’anno successivo. State of Decay 2 è giocabile sia in multiplayer che in solitaria.

Multiplayer o non multiplayer?

Dal momento che sarà possibile completare la campagna insieme a fino altri 3 amici, la scelta è individuale. Volete affrontare il gioco in solitaria? O preferite avere le spalle coperte e optare per una esperienza più collaborativa? Se avete l’abbonamento, un tentativo alla co-op è più che benvenuto, non potrà far altro che ampliare la profondità del gioco.

state of decay 2: incontro diffidente con uno dei personaggi

La struttura di State of Decay 2

Se pensate di iniziare e finire la campagna giocando sempre e solo con un unico personaggio vi sbagliate di grosso. L’intento di Undead Labs è quello di far gestire al giocatore una comunità con l’obiettivo di sopravvivere all’apocalisse zombie. Il concetto alla basa del gioco è quello di sfruttare le capacità e il carattere di ogni personaggio per costruire un percorso di sviluppo che porti alla salvezza. Non c’è spazio per l’egoismo in situazioni così tragiche.

Nel gioco sarà presente una componente di Role Play, perché ci sarà una progressione, con l’avanzare del gioco, delle abilità e degli equipaggiamenti disponibili per ogni personaggio. Parte integrante del gioco sarà la ricerca di materiali che siano cibo o altro per garantire alla comunità non solo un presente, ma anche una speranza di futuro.

Dal momento che State of Decay 2 è un titolo altamente basato sugli equilibri sociali, nel gioco sarà possibile far seguire dei percorsi a ciascun personaggio che lo portino ad essere il leader della comunità. Questi percorsi saranno unici per personaggio e rispecchieranno le loro capacità e il loro carattere. Sta a voi scegliere chi è il miglior candidato per guidare alla salvezza il gruppo.

state of decay 2: primo piano su uno zombie grasso

“Sulla via di casa, dopo un pranzo a casa dei nonni.”

 

Fonte: sito State of Decay 2

Valerio Ferrara

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all'università di Milano-Bicocca. Esperto nell'ignorare le continue segnalazioni del "è bravo, ma non si impegna", decide di impegnarsi appieno nell'attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *