Conferenza Ubisoft E3 2019: Tom Clancy’s e Watch Dogs Legion – Recap

C’era qualche dubbio, ma dopo le due ore passate a guardare la conferenza Ubisoft dell’E3 2019 possiamo dire che è stato un successo: è tempo quindi di fare un recap. Non nascondiamo il fatto che ci saremmo aspettati di vedere i soliti titoli di Assassin’s Creed e Tom Clancy’s, come per un certo verso è stato, ma la partecipazione di Watch Dogs Legion ha portato una grande ventata di aria fresca.

Watch Dogs Legion, un nuovo inizio

Il re dello show è stato senza ombra di dubbio Watch Dogs Legion. Non tanto per il nome che si porta dietro ma piuttosto per l’idea di gameplay portata avanti da Ubisoft. Come avevamo detto nel nostro articolo di approfondimento Watch Dogs Legion mette il giocatore nei panni di una moltitudine di personaggi reclutabili in-game. Questi avranno le propri vite, abilità, specializzazioni e una permadeath sempre dietro l’angolo.

Watch Dogs Legion ha sulla carta un potenziale enorme per lanciare la serie su vette più alte. La scelta di non avere un protagonista classico potrebbe pagare così come potrebbe dar noia dopo diverse ore di gioco.

I Tom Clancy’s

La  conferenza Ubisoft dell’E3 2019 è stata quasi completamente invasa da titoli con la dicitura Tom Clancy’s. Rainbow Six Siege è pronto per entrare nella propria 13° stagione, nota anche come “Operation Phantom Site” con una nuova mappa e un nuovo personaggio in pieno stile 007, cioè Warden, agente che prende le fattezze di Collinn McKinley; Ghost Recon: Breakpoint che vedrà i giocatori combattere contro gli stessi Ghost che chiamavano fratelli, in una lotta con forze altamente addestrate ed equipaggiate a partire dal prossimo 4 ottobre; The Division 2 ha invece svelato i piani per i futuri contenuti aggiuntivi che comprenderanno tre nuove missioni, una modalità di gioco investigativa nelle lande poste al di fuori di Washington D.C., insieme all’introduzione del Pentagono come location, un secondo raid da 8 giocatori e nell’Episode 3 una minaccia che potrebbe minare le fondamenta della Divisione. Nel logo dell’espansione c’è la Casa Bianca: dovremmo difendere il Presidente?

Con un paragrafo tutto suo è il turno di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege Quarantine. Che cos’è? In pratica il nuovo Rainbow Six Siege, il quale si trasformerà da PvP competitivo a un survival cooperativo PvE. “Un parassita è sfuggito al controllo e voi dovrete cercare di sopravvivere e combattere questo essere”. Il breve trailer di Quarantine ci suggerisce che il parassita abbia infettato qualcuno e che quest’ultimo debba essere estratto dalla zona calda prima che sia completamento corrotto. Non c’è ancora una data di uscita, ma sentiremo ancora parlare di Tom Clancy’s Rainbow Six Siege Quarantine.

Per completezza c’è stato un altro Tom Clancy’s alla conferenza Ubisoft dell’E3 2019, cioè Elite Squad. Il titolo per mobile mette una squadra composta da tutti i personaggi iconici dei Tom Clancy’s e di Splinter Cell contro criminali guidati dall’IA di gioco, in scontri tattici a turni.

Assassin’s Creed e altri

Assassin’s Creed: Odyssey prosegue nel suo percorso di sviluppo e si prepara ad accogliere il Discovery Tour e la Story Creator Mode. Entrambi interessanti, per via del fatto che il primo permetterà di visitare la Grecia di Odyssey nei panni di un turista, esplorandola con calma e conoscendo qualcosa dal lato storico a partire dall’autunno 2019. Mentre la Story Creator Mode sarà un vero e proprio editor con cui creare le proprie storie di Assassin’s Creed, con un tool editing molto semplificato e cross-platform che invoglierà anche i giocatori alle prime armi. Brava Ubisoft.

Concludendo il recap, la conferenza Ubisoft dell’E3 2019 ha accolto diversi titoli minori sotto la propria ala protettrice. Adventure Time Comes to Brawhalla aggiunge i personaggi dell’omonimo cartoon negli scontri PvP alla Mario Smash and Bros. Just Dance 2020 compie invece dieci anni e li festeggia con una nuova edizione che sarà praticamente disponibile ovunque da novembre 2019. For Honor tenta di mantenere alto l’hype annunciando una modalità di gioco a tempo limitato, nota come Souls Rush nell’espansione Shadows of the Hitoki. Avete un po’ di strizza? No, allora scendete in campo e provatela ora.

Di Uplay+ c’è poco da aggiungere a quanto detto in precedenza, il nuovo servizio di abbonamento di Ubisoft è ghiotto. Roller Champions e Gods and Monster gli abbiamo lasciati per ultimi, ma non per questo sono meno importanti. Roller Champions potrebbe essere il nuovo Rocket League di casa Ubisoft, proponendo un mix di gameplay tra le corse automobilistiche e le partite di football; Gods and Monster rimane invece avvolto da un alone di mistero che sembra portarci verso un action GdR o rouge-like. Sviluppato dai creatori di Assassin’s Creed: Odyessey, il titolo è incentrato sul rapporto uomo-dio: “quando gli eroi hanno bisogno di aiuto si rivolgono agli dei, quando gli dei hanno bisogno di aiuto si rivolgono a te”.

 

Avatar

Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.