The Legend of Zelda: Link’s Awakening naufraga su Switch

Dopo 26 anni dall’uscita su Game Boy, The Legend of Zelda: Link’s Awakening naufraga su Nintendo Switch quest’inverno. Si allunga dunque la lista dei vecchi titoli Nintendo approdati su Switch. Il titolo mette i fan nei panni del leggendario Link, sotto una veste classica con visuale 2D, i combattimenti sono in tempo reale e le interazioni con l’ambiente circostante sono quelle che abbiamo imparato a conoscere nel corso della saga.

Un tuffo nel passato

Nonostante i 26 anni passati Link è pronto a tornare più in forma che mai con una nuova veste grafica. La frutta è sempre lì da raccogliere, la vegetazione aspetta di essere sfoltita, tutto è come lo ricordavamo o quasi. Da quanto visto nel corso del Nintendo Direct dell’E3 2019 l’iconico scudo dell’eroe di casa Nintendo sarà uno dei tanti strumenti a disposizione, non mancheranno le sfide contro guardiani colossali, dove il tempismo la farà da padrone, ma non mancheranno di esserci anche alcune piccole novità. Novità sicuramente gradite ai fan.

Le tessere di Link

La particolarità di questa versione di The Legend of Zelda: Link’s Awakening è la presenza di “pietre tessera”. La raccolta di queste ultime durante l’esplorazione dell’isola di Koholint faranno progredire Link nella storia principale, fornendogli la possibilità di creare dei dungeon. Per proseguire l’avventura dovrete quindi utilizzare le tessere pietra per creare i labirinti da affrontare, posizionando dove più vi piace le stanze che li compongono, boss incluso, come descritto nella pagina ufficiale dello store di Nintendo.

Non sarà di certo un’impresa facile, dovrete dar sfogo alla fantasia. Preferirete sacrificare subito qualche punto vita con una stanza trappola e nemici di scarsa potenza, oppure affrontare direttamente il guardiano di turno? Dite la vostra nei commenti.

Nel frattempo vi ricordiamo che The Legend of Zelda: Link’s Awakening è in arrivo su Nintendo Switch il 20 settembre 2019, con tanto di compatibilità con gli Amiibo della serie.

Avatar

Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.