Operatori Ember Rise Rainbow Six Siege: counter e abilità

Dopo l’annuncio della controparte PVE durante l’E3 2019, Rainbow Six Siege continua a prosperare rigoglioso con l’ennesima espansione Operation Ember Rise. Anche questa la nuova stagione vede l’arrivo di nuovi operatori: Amaru e Goyo. Reclutati rispettivamente dal Perù e dal Mexico, questi due nuovi combattenti sono stati pensati per portare innovazione e mescolare ancora una volta le carte in tavola.

In questo articolo andremo a vedere le abilità dei due nuovi operatori che arriveranno con Ember Rise su Rainbow Six Siege, evidenziando possibili sinergie e punti deboli.

Operatori Ember Rise

Per rendere il tutto più semplice ed intuitivo abbiamo deciso di dividere le caratteristiche, le abilità e le armi dei due operatori in due blocchi separati.

Amaru: abilità e caratteristiche

Partiamo dal Perù e da Amaru. Il primo operatore di Ember Rise che andiamo a vedere è un attaccante. Amaru. Questa operatrice peruviana è munita di un rampino particolare chiamato Uncino Garra. Grazie a questo rampino Amaru è in grado di agganciarsi a bordi, botole e finestre per creare nuove situazioni e scenari di ingaggio. Non esiste un altro operatore con la stessa mobilità di Amaru.

Come funziona il Garra Hook? Semplice, mirate e fate fuoco. Il gioco vi dirà esattamente dove potrete e non potrete appendervi. Fate però attenzione perché Amaru produce parecchio rumore quando lo usa e una volta usato non potrete riprendere in mano un’arma finché non avrete rimesso i piedi per terra. Al di là di questo, tenete a mente che per quanto risulti utile tatticamente, il range non è infinito e non tutte le finestre o le botole possono essere aperte o aperte in un colpo solo. Se per esempio le finestre rinforzate con le assi di legno possono essere aperte in un colpo solo, quelle rinforzate da Castle non possono essere distrutte. Per quanto riguarda le botole dovrete prima aprirle per potervi appendere.

Parlando di caratteristiche fisiche e di armi in dotazione, Amaru possiede:

Velocità: 2 su 3.

Armatura: 2 su 3.

Primaria: G8A1 LMG.

Secondaria: Fucile a pompa Supernova ITA12S.

Gadget: Claymore, granata stordente.

Prezzo: 25.000 crediti o 600 R6.

I counter di Amaru

Parlando di counter Amaru soffre terribile le trappole di Kapkan e di Frost, considerando anche il fatto che non ha la possibilità di riprendere l’arma in mano fino a che non atterra. Per il resto, a part Castle capace di bloccarlo momentaneamente, il vero nemico di questo primo operatore di Ember Rise è il rumore. Chiunque può sentirlo e sfruttare a proprio vantaggio la cosa. Usatelo quindi in sinergia con altri operatori oppure lontano dal punto avversario sperando che nei paraggi non ci sia un libero ad attendervi. Ying e Dokkaebi sono di sicuro due spalle perfette per Amaru, se la cava però egregiamente anche Finka grazie alla suo boost degli HP.

Goyo: abilità e caratteristiche

Goyo, l’operatore messicano è invece un difensore, di quelli atipici. Partiamo dalla sua abilità speciale: una carica incendiaria da piazzare dietro lo scudo mobile. Strategicamente utile per prendere tempo e bloccare un offensiva, l’esplosivo una volta fatto detonare rilascia una scia di fuoco sul terreno di gioco che infligge danni consistenti nel tempo. Vi diciamo subito che raramente vale la pena correre attraverso le fiamme del Vulcano Shield, questo è il nome dell’abilità di Goyo. Il look dello scudo è sempre il solito, a cambiare è soltanto la parte posteriore che nasconde l’ordigno.

Tutti possono innescare la detonazione, attaccanti e difensori. Basta sparare direttamente all’ordigno o far saltare lo scudo per innescare prima l’esplosione e poi il rilascio del materiale incendiario. Quando e in quali occasioni sfruttare la sua abilità? Prima o durante i push avversari per respingerli o prevenirli. Se usata con il giusto tempismo guadagnerete secondi preziosi.

Per quanto riguarda le caratteristiche di quest’ultimo operatore di Ember Rise e le armi in dotazione, di seguito vi lasciamo tutto ciò che dovete sapere:

Velocità: 2 su 3.

Armatura: 2 su 3.

Primaria: Vector 45 ACP (consigliato per i liberi).

Secondaria: fucile a pompa TCGS12 (consigliato per i difensori da punto).

Gadget: C4, granata a impatto.

Prezzo: 25.000 crediti o 600 R6.

I counter di Goyo

Ora è arrivato il momento di scoprire i limiti di questo operatore, capendo chi può metterlo in difficoltà e chi invece non può nulla contro il suo scudo.

Partiamo da Thatcher e Twitch, due operatori le cui abilità nulla possono contro il Vulcano Shield. Toglietevi quindi dalla testa le granate EMP e i droni, così come dovrete dimenticare l’abilità di IQ. L’ordigno non può rilevato da palmari o scanner.
Se da un lato il Vulcano Shield non può essere individuato o disabilitato, resta comunque uno scudo e può essere distrutto con le granate in dotazione a determinati operatori e il martello di Sledge per esempio. Occhio però alle fiamme.

Fonte: sito ufficiale Rainbow Six Siege.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.