Microsoft Flight Simulator: come funziona l’offline

Prosegue la nostra carrellata di informazioni e di notizie su Microsoft Flight Simulator, il nuovo gioco simulativo della serie in sviluppo presso gli studi di Bordeux di Asobo Studio. Dopo avervi raccontato come funziona l’engine e come il team stra costruendo il mondo di gioco, è arrivato il turno un argomento molto importante: il legame tra il titolo e la linea internet.

Microsoft Flight Simulator potrà essere giocato anche offline, parola di Asobo Studio.

Ormai lo sapete, Flight Simulator affonda entrambe le braccia in Azure per generare scenari e dar vita alla Terra. Parliamo di una quantità di dati mostruosa. Mole di dati che lega il gioco a doppio filo alla connessione online. Senza quest’ultima generare l’istanza così come è stata ideata è impensabile. Asobo ha però trovato una soluzione, idea della quale vi parleremo in questo articolo.

Come funziona Flight Simulator offline

Ogni giocatore sarà in grado di modificare la dimensione massima della cache del gioco offline. In questo modo il computer potrà immagazzinare dati geografici e sfruttarli anche in assenza di connessione. Ovviamente più sarà alto il tetto della cache, maggiori saranno le zone visitabili offline. Per semplificare il tutto, ai giocatori sarà possibile salvare i dati relativi alla loro area preferita o all’ultima sessione effettuata. Per ri-visitarli offline. Il funzionamento della modalità offline di Microsoft Flight Simulator sarà comunque user friendly, quindi non preoccupatevi. Più avanti vi spiegheremo nel dettaglio cosa fare.

Ora, il motore grafico lavora localmente e tramite un flusso di dati che arriva direttamente da Azure è in grado di generare in modo procedurale l’ambiente grazie ai dati satellitari. Vi diciamo questo perché troncando il flusso dati per giocare offline le informazioni a disposizione sono limitate e la resa visiva non è la stessa. Sfruttando l’offline mode i terreni e gli edifici risulteranno dunque meno definiti, più “slavati”.

Prima però di esprimere un verdetto preferiamo aspettare una versione di prova del prodotto e testarla. Anche se bisogna dire che la sola presenza di una modalità offline per Flight Simulator ci rende felici. Non resta altro da fare che aspettare e testarla.

Fonte: arstechnica

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.