Flight Simulator su Xbox Game Pass e console: Asobo Studio lo conferma

Vi abbiamo già parlato dell’evento di prova di Microsoft Flight Simulator ma fino ad oggi nessuno ha mai parlato di console e di pubblicazione. Su che console o piattaforma uscirà il titolo? Flight Simulator su Xbox Game Pass è sensata come cosa? Oggi risponderemo a queste domande e parleremo anche del futuro del gioco, toccando argomenti come la next-gen e il VR. Preparatevi.

Partiamo dall’evento. Ovviamente per l’occasione sono state allestite postazioni ad hoc, con schede grafico di alto livello e controlli non indifferenti come il Thrustmaster Pendular Rudder e un Saitek Pro Flight Yoke. Ecco, stando a quanto riportato dai colleghi che hanno potuto provarlo la macchina sul quale girava il gioco faticava a tenere i 60 fps fissi. Pur vero che siamo ancora in fase di pre-alpha, quindi il gioco è ancora soggetto a quel “letale” mix di codice non ottimizzato, problemi network e mole di dati spaventosa. Parlando della mole di dati che la macchina deve calcolare e della stabilità del tutto, ci viene spontaneo passare al punto successivo: Microsoft Flight Simulator uscirà mai su Xbox Game Pass e console?

Flight Simulator su Game Pass e console

Si, stando a quanto dichiarato da Neumann, capo del progetto, prima o poi Microsoft Flight Simulator arriverà su Xbox Game Pass e su console ma non si sa quando. Così come non è dato al momento sapere di quale console si parli, anche se stentiamo a credere che un progetto di tale portata possa uscire sulle console dell’ attuale generazione. Tenete inoltre conto che la data di uscita indicata dal team per la versione PC è un generico 2020. Per vedere la versione console dovremo aspettare di sicuro il 2021/2022.

Neumann nel corso dell’evento a porte chiuse ha poi affermato che prima di tutto il team vuole realizzare una simulazione con i fiocchi. Lo sviluppo in contemporanea di una versione console potrebbe creare più problemi che benefici. Quindi un lavoro per volta.

Volendo parlare invece di VR, il team francese ha confidato che al momento non è prevista una versione in realtà virtuale ma che in futuro le cose potrebbero cambiare. E state tranquilli che cambieranno. Il team ha parecchia esperienza quando si parla di realtà virtuale e aumentata, avendo lavorato parecchio con Microsoft stessa in passato su Kinect e HoloLens.

Fonte: arstechnica

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.