Recensione Fortnite 2: un nuovo capitolo per Epic Games

Il Fortnite che abbiamo imparato a conoscere dalla sua uscita, ormai più di qualche mese fa, è scomparso per sempre inghiottito da un buco nero, letteralmente. Ciò che ne è uscito è un prodotto ben saldo sulle basi del Fortnite che conosciamo ma un titolo molto diverso da quello che era in passato. Il Capitolo 2 di Fortnite fa tesoro del suo passato ma non teme il futuro, non ha paura di sperimentare e introdurre nuove meccaniche capaci di stravolgere il modo in cui le persone giocano al Battle Royale di Epic Games.

Questa è le recensione di Fortnite 2, il nuovo capitolo di Epic.

Tante sono le novità introdotte in questo secondo capitolo, la mappa ancora una volta è stata rivoluzionata, questa volta però il team di sviluppo l’ha ribaltata da cima a fondo creando a conti fatti una nuova isola. La sua gestione però non cambia, la mappa muterà ancora nel tempo seguendo una precisa “linea narrativa”. L’acqua è finalmente parte integrante del gameplay grazie all’introduzione di mezzi acquatici e alla possibilità di nuotare e pescare. Sono poi state ritoccate le meccaniche per i team con nuove interessanti introduzioni che poi andremo a vedere, così come è stato rivisto e ri-bilanciato l’arsenale. Non poi mancate modifiche al sistema di progressione, Pass Battaglia incluso.

Insomma è iniziato un nuovo capitolo per Fortnite e con questa recensione vogliamo proprio parlarvi di questo, di questa rivoluzione a lungo pianificata da Epic Games, dandovi anche il nostro giudizio in merito.

Mappa, Pass Battaglia e veicoli

Partiamo dalla mappa, il primo elemento differente che ci salta all’occhio una volta in partita. Due sono le cose che non possiamo fare a meno di osservare, l’ingente presenza di corsi d’acqua, prima di gran lunga inferiori, e il fatto che la mappa è ora oscurata. Questo significa che dovremo essere noi giocatori ad esplorarla in lungo e in largo per scoprire tutti i suoi segreti.

La presenza più marcata di corsi e specchi d’acqua ha portato il team a introdurre non solo la meccanica del nuoto e della pesca ma anche un veicolo completamente nuovo: il motoscafo da guerra. Queste tre novità aprono il titolo a tutta una serie di nuove possibilità e scenari, oltre che a colmare una lacuna del primo capitolo.

Da lodare poi la cura con la quale è stata introdotta la pesca. Non siamo certo di fronte ad un sistema complesso o stratificato, anzi, ma se teniamo in considerazione la velocità di svolgimento delle partite e le occasioni in cui un giocatore può dedicarsi alla pesca, questa meccanica è stata introdotta in modo più che degno. Sarà infatti necessario prima trovare la canna da pesca per poterci dedicare all’attività, e il risultato non è sempre quello che vorreste. Pesci di diversa tipologia e colore, munizioni, armi e lattine, tutto in fondo ai corsi d’acqua. Non saprete mai con esattezza quello che avrete pescato finché non avrete tirato su il galleggiante.

Se la verticalità della mappa è rimasta intatta dobbiamo segnalare altri cambiamenti importanti riguardo Il Quartiere, ovvero la zona di condivisione delle opere degli utenti, ora rimossa. Al suo posto è stato introdotto il Centro in Evidenza, un semplice rebrand a nostro avviso.

Armi, bilanciamento e gameplay

Parliamo delle bocche da fuoco, decimate con il Capitolo 2 di Fortnite. Con la scusa del buco nero Epic ne ha approfittato per sfoltire pesantemente l’arsenale con lo scopo di bilanciare maggiormente l’esperienza. Se da un lato non possiamo che lodare questa scelta, dall’altro troviamo che la sola introduzione del Bazooka a bende, nuova arma per il supporto, non sia abbastanza per giustificare l’assenza di tutte le armi rimaste nel buco nero. Pur vero che in futuro ne arriveranno di nuove ma l’assenza di alcune armi e il non perfetto bilanciamento di altre, come il fucile a pompa, ci porta a giudicare in modo non positivo la gestione delle armi per il momento, eccezion fatta per un nuova meccanica introdotta che andiamo subito a vedere.

Di tutt’altra opinione siamo invece nei confronti delle nuove meccaniche di gameplay introdotte. Il trasporto dei compagni, la capacità di nascondersi all’interno del fieno o dei cassonetti e il potenziamento delle armi costituiscono un importante svolta per il gioco. Potersi nascondere e portare in salvo i propri compagni vuol dire aggiungere un ulteriore strato al gioco. Giocare stealth e di squadra è ora molto più soddisfacente e semplice avendo nuove meccaniche che aumentano la strategia e la profondità del gioco. Ma torniamo a parlare delle armi. L’introduzione dei banchi da lavoro per potenziare le armi è a nostro avviso l’unica nota positiva per il momento nella gestione delle armi, tutt’altro che impeccabile a nostro avviso.

Un nuovo Pass Battaglia

Punto di riferimento per diverse produzioni in tema di supporto, il Pass Battaglia di Fortnite non si è salvato dalle modifiche e dalle rivisitazioni. Il nuovo motto è “meno grind, più divertimento”. Il nuovo sistema di progressione stando agli sviluppatori permetterebbe di accumulare più punti esperienza con più semplicità, grazie al nuovo sistema di medaglie introdotto. Restano le sfide settimanali, così come restano le ricompense esclusive per il Pass Battaglia ma l’avanzamento ora è un pelo diverso.

Lodevole è il fatto che il team non si sia adagiato sugli allori, discutibile forse il risultato finale. Vi diciamo questo perché al momento il battle pass presenta più di un problema apparente, e purtroppo non si trattano di problemi trascurabili soprattutto perché uno cade a cascata sull’altro. Il primo problema riguarda la durata, ora inferiore rispetto alle stagioni precedenti, il secondo invece è legato al numero di ore necessarie per sbloccare tutte le ricompense entro e non oltre il tempo limite, aumentate in modo considerevole. Questi due problemi, uniti, porteranno diverse persone a mettere mano al portafogli per pagare i livelli restanti e sbloccare ciò che è rimasto, onde evitare di perderlo definitivamente.

Il che è tutto fuorché ciò che avremmo desiderato per il titolo.

Modalità Salva il Mondo

Di tutto il pacchetto 2.0 la modalità Salva il Mondo è stato l’elemento meno curato, per stessa ammissione di Epic Games. Certo con l’ultimo aggiornamento sono stati introdotti nuovi personaggi come il soldato mascherato, e sono riportati in voga personaggi o Lama ma non ci sono state vere e grandi novità. L’unico vero miglioramento è arrivato nella gestione dei giocatori online. In primis il sistema ora è più veloce nel rilevare l’assenza dei giocatori, in secondo luogo le ricompense vengono ora distribuite meglio in base al contributo dei giocatori.

Nonostante la penuria di nuovi contenuti e novità non ci sentiamo però di condannare l’operato di Epic. In vista del rilascio gratuito di Salva il mondo la compagnia sta cambiando il proprio modo di lavorare al supporto di questa modalità, diradando gli aggiornamenti nel tempo e rendendoli più consistenti. Questo al fine di rendere meno gravoso il lavoro degli sviluppatori in vista del lancio di ogni nuovo season pass, e più curato il lavoro sui nuovi contenuti. Ci riserviamo dunque di sospendere il nostro giudizio in merito a questo punto.

Fortnite 2: il verdetto

Fortnite aveva bisogno di essere svecchiato, dopo 10 stagioni aveva bisogno di un ventata di aria fresca ed Epic Games ha avuto il coraggio di voltare pagina. Se da un lato il lancio e l’hype generatosi con l’attesa del Capitolo 2 sono da valutare con un 10 e lode, dall’altro non possiamo non sottolineare come il gioco allo stato attuale presenti delle imperfezioni. Le novità introdotte sono senz’altro una gradita aggiunta, e riconosciamo quanto sia complicato bilanciare tutte le armi ma la riduzione di queste ultime in favore di una maggiore stabilità non giustifica a nostro avviso il bilanciamento di alcune bocche da fuoco ancora da tarare. Ancora più grave sarebbe poi la nuova deriva del Pass Battaglia, se i calcoli e le previsioni fatte fossero veri. Per saperlo con certezza però dovremo aspettare che la prima Stagione del Capitolo 2 di Fortnite termini.

Nel complesso ci troviamo davanti sicuramente ad un prodotto di nuovo fresco, ricco di tante belle e gradite novità, un gioco che necessita di qualche ritocco e correzione ad alcune problematiche, ostacoli che in tutta onestà non ci saremmo aspettati di trovare.

Fonte: Epic Games.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.