Punti in comune tra Ghost of Tsushima vs Sekiro: Shadows Die Twice

Ghost of Tsushima vs Sekiro: Shadows Die Twice, due titoli che potrebbero avere molto in comune se messi a confronto ma che divergono sotto molti aspetti. Il primo è ancora in via di sviluppo ma promette decisamente bene, anche grazie al recente trailer dei The Game Awards 2019, il secondo invece è da poco diventato gioco dell’anno 2019.

Come lo è stato per Dark Souls, Sekiro: Shadows Die Twice è il nuovo punto di riferimento degli hardcore gamer; lo sarà anche Ghost of Tsushima? Speculiamo.

Ghost of Tsushima vs Sekiro, samurai contro samurai

Partiamo dal presupposto che entrambi sono videogames dal carattere prettamente action. È inutile girarci attorno: il fulcro del gameplay è massacrare tastiera o pad per sconfiggere più nemici possibili. Il primo confronto tra Ghost of Tsushima vs Sekiro: Shadows Die Twice che possiamo andare a fare non è sul piano del genere ma piuttosto su quello del gameplay.

ghost_of_tsushima_vs_sekiro_shadows_die_twice

From Software è ampiamente conosciuta per sfornare titoli con un gameplay particolare, estremamente difficili da padroneggiare, con un combat system complesso e una trama da scoprire poco a poco. Ghost of Tsushima sebbene crediamo si possa sposare con questo tipo di gameplay potrebbe invece tramutarsi da un degno rivale di Sekiro, in un gioco molto più “friendly”. Parliamo di un gioco con una barra della vita che difficilmente vedremo azzerarsi e nemici di carta velina.

Queste ovviamente sono speculazioni dato che un prodotto non è ancora uscito. Da quanto visto nei video gameplay fino a ora pubblicati, Ghost of Tsushima potrebbe essere caratterizzato da un combat system profondo così come potrebbe rivelarsi un button mashing alla Shadow of Mordor. Durante l’E3 2018 lo spezzone di 8 minuti di gameplay aveva messo in evidenza parate, schivate, combo e contromosse che in un primo momento ci ha riportato alla mente i cs di From Software. Non mancavano neanche le fasi furtive, con tanto di esplorazione verticale molto simili, se non identiche, a Sekiro. Insomma tra Ghost of Tsushima vs Sekiro: Shadows Die Twice esistono diverse similitudini lato gameplay. Punti di contatto che per il momento possiamo solo accennare. dato che non conosciamo ancora bene la natura del gioco.

Storia e finzione

Il secondo confronto che possiamo fare tra Ghost of Tsushima vs Sekiro: Shadows die Twice è legato all’ambientazione e all’aspetto storico?

I fatti raccontati in Ghost of Tsushima fanno riferimento ad un evento storicamente accaduto. Verso la fine del 1’200 d.C. il regno dei Mongoli comandato dal celebre Klubai Khan decise di invadere il Giappone, partendo con la sua flotta dall’attuale Corea del Sud. L’isola del Giappone più vicina alla costa coreana è tutt’ora Tsushima e da lì l’esercito mongolo voleva creare una base per occupare tutto il territorio.

L’invasione dell’isola di Tsushima fu realmente brutale visto il numero di nemici. I samurai giapponesi in netta minoranza furono costretti a combattere utilizzando tattiche di guerriglia. Qui si potrebbe inserire ovviamente l’apparizione del fantasma di Tsushima. Non sappiamo con certezza tuttavia quanto Sucker Punch Production, i creatori di Infamous, voglia attenersi all’accuratezza storica. Molto probabilmente il contesto storico rimarrà intatto, anche se supponiamo che le licenze poetiche siano ampiamente presenti e vadano a coprire la realtà dei fatti con qualcosa di più stimolante per i player.

Per quanto riguarda Sekiro: Shadows Die Twice si sfocia invece nella mitologia nipponica legata a dei e demoni, piuttosto che nella storia del paese. Le atmosfere dark fantasy tipiche di From Software sono state iniettate in Sekiro: Shadows Die Twice, costellandolo di tutti i più terribili mostri della mitologia Giapponese. Tutto ciò si sposa a pennello con quello che From Software cerca di trasmettere ai giocatori, cioè un’atmosfera unica nel genere videoludico.

I due giochi nonostante utilizzino il Giappone come punto di contatto divergono per utilizzo del folklore e degli avvenimenti storici, decidendo di percorre due strade molto vicine ma parallele.

Punti in comune

Esistono diversi punti in comune tra Ghost of Tsushima e Sekiro: Shadows Die Twice. Entrambi sono ambientati in Giappone, entrambi fanno largo uso delle tecniche di combattimento che hanno forgiato il Paese, entrambi sembra vogliamo raccontare la storia allo stesso modo: prendendo il protagonista e gettandolo nel fango, per poi risorgere più forte di prima.

Questo come avete potuto leggere è a tutti gli effetti un confronto preliminare, in attesa di poter mettere le mani su Ghost of Tsushima che ricordiamo uscirà nel corso del prossimo anno.

MatteumPrimo

Role player, videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.