Come affrontare il colloquio whitelist Role Play?

Sapendo che cos’è il Role Play e conoscendo le sue regole e i suoi termini generali si potrebbe di sapere tutto sull’argomento, ma c’è un altro argomento chiave per chi si avvicina per la prima volta al genere che bisogna conoscere: il colloquio whitelist. Cos’è e come affrontare il colloquio whitelist? Ve lo spieghiamo subito.

La whitelist o “lista bianca” non è altro che un elenco gestito da alcuni amministratori dei server Role Play. Serve sostanzialmente per selezionare che tipo di utenti andranno a frequentare il proprio mondo virtuale. Come si entra a far parte di questa lista? Con un colloquio. Vi verranno fatte delle domande per valutare la vostra conoscenza generale delle regole e dei termini del Role Play, e in base alle vostre risposte potrete accedere o essere respinti.

Superare una whitelist può essere alla volte frustrante, soprattutto se non ci si applica. Ma ecco qualche consiglio che dovrebbe darvi una mano.

Superare il colloquio whitelist

Come anticipato la whitelist è un colloquio, né più né meno. In alcuni server Role Play sarà obbligatorio affrontare questo tipo di colloquio per potervi accedere, altri invece no. Chi vi scrive ne ha affrontati diversi nella sua esperienza sulla mod Role Play FiveM di GTA 5, e per quanto questi colloqui siano stati diversi tutti loro hanno un punto in comune: conoscere il regolamento. Ogni server Role Play si basa sulle regole e sui termini generali, dei quali vi abbiamo parlato abbondantemente nel nostro articolo di approfondimento, e ne stabilisce di sue.

Le regole stabilite dal server in cui vorreste giocare sono generalmente raccolte in un forum o  in un documento di testuale leggibile da tutti. Quindi prima di parlare del come affrontare il colloquio whitelist, leggete per bene il tutto. Non ha senso che vi presentiate davanti a una persona che conosce a menadito il regolamento facendo scena muta o arrampicarvi sugli specchi. Entrambi perdereste tempo senza concludere nulla.

Una costante nel colloquio

Per quanto ogni server possa avere le sue regole, potenzialmente diverse da tutti gli altri server, esistono alcuni “punti” del regolamento che vengono ripetutamente toccati, rispetto ad altri. In tutti i colloqui di FiveM che ho affrontato mi è stato chiesto di rispondere a domande sulle rapine e le azioni illegali; una buona fetta dei giocatori Role Play di FiveM basa la propria storia nell’illegale e da videogame a videogame c’è sempre un “RP da cattivi”.

Proprio per questo gli staffer, o admin, vi martelleranno su questo argomento. Le domande tipo generalmente sono: quanti criminali e poliziotti posso entrare in azione durante una rapina in banca? Quanti durante un’azione fortuita? Puoi prendere le armi dei poliziotti ad azione finita? Puoi derubare un lavoratore mentre trasporta la merce?

Alla fin fine il colloquio di una whitelist Role Play è anche una chiacchierata. Di solito le whitelist si affrontano nei canali vocali Discord delle varie community e si parla con lo staff. Ci si presenta brevemente, così come si presenta la storia RP del personaggio che vorreste ruolare. Una volta fatto ciò partiranno le domande più tecniche sul regolamento, che andranno a mettervi alla prova. Potrebbe anche capitarvi che gli admin vi illustrino un’ipotetica scena Role Play in cui in uno o più punti ci sono delle violazione del regolamento. Sta a voi scovarli.

I furbi sono loro

Visto che il documento del regolamento è leggibile da tutti, io lo tengo aperto durante il colloquio!!!” Bravi, ma anche no. Potreste benissimo superare il colloquio whitelist utilizzando questo espediente, rischiando tuttavia nel giro di qualche giorno di essere bannati dalla community. Perché? Per il semplice fatto che ruolando, non conoscendo il regolamento all’interno dell’ipotetico server in cui siete, verreste molto probabilmente quanto prima “warnati” e poi bannati.

Ricordate che sarete circondati da persone che conoscono le regole meglio di voi, e le userebbero come un’arma. Per esempio un “trasportatore” non può essere rapinato mentre carica la merce. Voi tuttavia non avete letto questa regola, e venite rapinati perdendo tutto. In questo caso non andreste neanche a lamentarvi dagli admin del server, perché non sapete che quell’azione viola il regolamento. Good game. Tutto questo per non aver letto due pagine.

Fatevi invece furbi, non con questi espedienti, ma piuttosto ripassando per bene il regolamento. Nel caso in cui la persona che vi stia facendo il colloquio whitelist noti che rispondete con sicurezza, potrebbe trattenervi di meno. In quanto gli lasciate intendere che vi siete almeno un minimo impegnati a visionare il tutto, e quindi questo può farvi apprezzare. Un colloquio whitelist dura in media dai 5 ai 15 minuti, sebbene vari da caso a caso. È bene anche ripassare velocemente il regolamento prima di svolgere un’azione, e dopo che se n’è subito una. Con il tempo la memoria potrebbe fare le bizze, quindi è sempre meglio ripassare per tenere un livello di Role Play alto e paritario per tutti.

Whitelist Role Play in a nustell

Riassumendo, prima di affrontare il colloquio dovreste conoscere le regole e termini generali del Role Play, validi per tutti. Insieme all’aver letto il regolamento interno del server, soprattutto la sezione rapine e azioni illegali.

Non esiste una formula magica sul come superare al 100 percento un colloquio whitelist Role Play, prendetelo piuttosto come una chiacchierata. E soprattutto non utilizzate espedienti, come tenere davanti allo schermo il regolamento mentre si svolge il colloquio, perché alla fine rovinerà il vostro Role Play e vi porterà molto probabilmente al ban.

Avatar

Role player, videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.

Potrebbe interessarti anche…

Le risposte degli utenti...

  1. Avatar FrancyBald ha detto:

    Bellissimo post spiega benissimo il campo del role play. Comunque l’immagine di sfondo mi piace particolarmente XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.