I problemi di Nanatsu no Taizai 3

Come molti di voi già sapranno, la terza stagione di Nanatsu no Taizai (o The Seven Deadly Sins) recentemente è stata al centro di diverse controversie. A partire dal cambio di studio d’animazione, alle censure, in questo articolo cercheremo di fare chiarezza sui problemi di Nanatsu no Taizai 3.

I problemi di Nanatsu no Taizai 3

Partiamo subito col parlare del cambio di studio d’animazione. Mesi fa, quando la terza stagione della serie è stata annunciata, è stato anche rivelato che della produzione non se ne sarebbe più occupata A-1 Pictures, ma bensì Studio Deen. Questo repentino cambiamento è stato deciso in seguito al flop del film di Nanatsu no Taizai, uscito qualche mese prima. Vedendo che gli ascolti erano in calo, con un aumento della pirateria (ricordiamo che la serie è esclusiva Netflix, vederla da qualsiasi altra fonte danneggia l’opera stessa) e il flop finale del film, A-1 ha abbandonato il progetto. Studio Deen (Konosuba, Log Horizon 2) è stato quindi incaricato con poco preavviso di occuparsi della successiva stagione. Risultato evidentemente disastroso. Con tempi di consegna stretti, gli animatori sono obbligati a lavorare agli episodi durante lo stesso periodo di trasmissione, settimana dopo settimana.

I problemi di Nanatsu no Taizai 3

Animazioni Nanatsu no Taizai 3

Le censure

L’altro importantissimo punto che è stato soggetto di lamentele e controversie sono le censure. I fan, abituati alle scorse stagioni non si sarebbero mai aspettati censure così pesanti come il sangue totalmente bianco. Anzi, Nanatsu no Taizai è sempre stato abbastanza violento ma senza particolari censure nelle stagioni precedenti. Questo particolare problema non è dovuto al cambio di studio, ma piuttosto a una politica di regolamentazione per la fascia oraria televisiva. Ovviamente queste censure esistono solo nella versione TV e quando uscirà l’edizione home-video (DVD e Blu-Ray), esse non saranno presenti.

I problemi di Nanatsu no Taizai 3

Censure in Nanatsu no Taizai 3

Come ha potuto floppare?

Dopo aver capito quali sono i problemi di Nanatsu no Taizai 3, è spontaneo chiederselo. Perché questa serie, un battle shounen così famoso, ha incontrato un destino così triste? In che modo ha floppato, se è una serie così popolare? Purtroppo non abbiamo tutte le risposte perché non tutti i dati di vendite e ascolti sono di dominio pubblico, ma possiamo analizzare qualcosina. Prendendo il film come esempio, che è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, possiamo vedere che i guadagni totali al box office sono di circa 5 milioni di dollari. Potrebbero sembrare molti, ma in realtà sono davvero pochi, soprattutto per un film animato con così tanto budget. Per farvi fare un’idea, proviamo a paragonarlo ad un altro film di un battle shounen famoso in questo periodo. Il primo film di My Hero Academia, al box office è arrivato a quota 25 milioni di dollari, circa. Ben 5 volte superiore al film di Nanatsu. Un altro esempio può essere il film One Piece: Stampede, che invece ha guadagnato circa 40 milioni di dollari. A questo punto, avrete già capito la disparità tra il film di Nanatsu e gli altri lungometraggi animati di popolari battle shounen.

I problemi di Nanatsu no Taizai 3

Film di Nanatsu no Taizai

 

Questa è la triste verità che si cela dietro i problemi di Nanatsu no Taizai 3. Dai problemi tecnici, alla censura, tutto è partito a causa di un insufficiente guadagno della serie animata. Scaturito poi nell’abbandono del progetto da parte di A-1 Pictures e la seguente entrata in scena di Studio Deen, troppo repentina e disorganizzata per un anime così pieno di scene d’azione da animare. Speriamo di aver fatto più chiarezza su queste vicende, e che ora possiate finalmente capire il perché di tutto questo “rumore” della community. Come sempre, vi ricordiamo di continuare a seguire la nostra sezione anime, per news, approfondimenti e guide!

Fonti: BOM

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.