5 Anime come Death Note da non perdere

Da quando è arrivato nel 2006, Death Note è stato un successo colossale. L’anime in questione è un titolo che possiede un grande potenziale espressivo, studiato e realizzato per far breccia nell’immaginario collettivo comune, facendo perno su pulsioni e questioni antiche quanto l’uomo stesso. È un’opera tanto spettacolare quanto controversa: parla di morte, giustizia, natura umana e l’essenza di bene e male. Una serie così ti spinge alla ricerca di altre opere simili che ti lascino le stesse emozioni. Quindi ecco a voi 5 anime come Death Note!

Code Geass

Se avete visto Death Note e vi sentiti vuoti dopo la sua conclusione, “Code Geass” è probabilmente la migliore alternativa. In questa serie, le battaglie mentali tra Lelouch e i vari comandanti militari dell’impero di Britannia non sono molto diverse dal gioco del gatto e del topo di Light ed L. Entrambi gli show hanno un trama complessa, piena di colpi di scena che fa leva sulla tensione e la curiosità. Entrambi raccontano a grandi linee la stessa storia: un adolescente che, grazie alla sua intelligenza e ad un potere sovrannaturale, cerca di distruggere le istituzioni vigenti per creare una società più giusta.

5 Anime come Death Note

Code Geass

In “Death Note” Light trova per caso il quaderno che consente di uccidere una persona conoscendone nome e volto. Egli allora sotto l’identità di Kira inizia ad uccidere criminali; ostacolato dall’investigatore L. Questo da luogo ad un confronto personale tra due menti geniali mentre cercano di incastrarsi a vicenda. La storia di Code Geass, invece, si svolge su una scala molto più grande. In un mondo in cui l’Impero di Britannia ha conquistato un terzo del mondo, seguiamo l’ormai esiliato 17° principe di Britannia Lelouch mentre cerca di distruggere l’impero di suo padre. Grazie al Geass, un potere che gli consente di obbligare le persone ad eseguire un suo comando, e alla sue abilità strategiche inizia una ribellione sotto l’identità mascherata di Zero. Qui la suspense è diversa in quanto assomiglia più allo svolgersi di una partita di scacchi, nella quale però le pedine sono le persone.

Light Yagami e Lelouch Vi Britannia

Light Yagami e Lelouch Vi Britannia in un’illustrazione di Metkuratsu

La prima volta che incontriamo Light e Lelouch vediamo due liceali molto intelligenti ma annoiati: insomma, due persone normali. Questo cambia non appena il primo riceve da Ryuk il Death Note e il secondo il Geass da CC. Subito entrambi decidono di sfruttare il nuovo potere e la propria intelligenza per raggiungere l’utopia che hanno in mente: un mondo senza criminali per Light e un mondo senza l’Impero di Britannia per Lelouch. Sia Light Yagami che Lelouch Lamperouge partono da una condizione di partenza di “uomini comuni” e ricalcano lo stesso archetipo dell’antieroe. All’inizio delle serie i due sono quasi indistinguibili tanto per la personalità quanto per le azioni ma con il tempo entrambi cambiano e i due finali, così diversi tra loro, ne sono la prova. Insomma, se cercate un anime come Death Note, Code Geass fa proprio al caso vostro.

Death Parade

Cosa c’è dopo la morte? Questa è una domanda che sarà eternamente senza risposta. E se vi dicessi che ci sono 2 porte dopo la morte, una è la reincarnazione e l’altra è il nulla, non sarebbe restrittivo? Cos’è successo alla alla libertà e alla liberazione dopo la morte? Beh, “Death Parade” parla di abbandonare le catene che ci legano alla vita e di lasciarci giudicare. Tutto ciò che hai fatto in vita sarà la chiave per aprire una delle due porte. Gli Shinigami, o dei della morte se vi piace di più, saranno i vostri giudici. L’anime affronta temi abbastanza cupi, e di certo non ci gira intorno: li affronta di petto, come tutti noi dovremo fare inevitabilmente un giorno.

5 Anime come Death Note

Death Parade

In “Death Note”, lo shinigami Ryuk avverte più volte Light che chiunque usi un Death Note non potrà andare in paradiso o all’inferno dopo la sua morte. Quindi dove andranno tali persone? I fan hanno molte teorie al riguardo: una di esse si ricollega proprio a “Death Parade”. L’aldilà in questo anime funziona in questo modo: si arriva in un bar sempre a coppie dove si incontra Decim, il barista. Avendo perso la memoria, pongono lui varie domande, alle quali non risponde mai. Insiste, invece, perché giochino per passare il tempo. Si tratta di giochi che infliggono dolore psicologico ed emotivo, facendo ritornare la memoria ai due defunti. Ma lo scopo ultimo del gioco è che Decim stabilisca se sono degni di re-incarnarsi in una nuova vita o se devono essere puniti. Per i fan di Death Note, tra l’altro, c’è una piccola chicca nell’episodio 11 di Death Parade…

Kaiji

Quando si tratta di battaglie mentali, gli anime sul gioco d’azzardo sono tra i migliori. La storia narra del giovane Kaiji, che vive la sua vita senza ambizioni e accumulando debiti. Un giorno, gli viene proposto di estinguere ogni suo debito partecipando ad un gioco. Anche se titubante, accetta la proposta: così ha inizio il viaggio nell’oscurità del giovane. Kaiji, dopo il primo insuccesso, che in fondo gli fa scoprire il suo talento e al contempo le sue debolezze, si ritrova nuovamente in un gioco. Più rischioso, sicuramente, e che forse scava nella psiche del protagonista ancor più a fondo. Tutti i personaggi sono ben caratterizzati e molto profondi, ma molti si lamentano della grafica che, in effetti, non è alta, anche se già dopo il primo episodio non ci si fa più caso.

Kaiji

Ha uno stile d’animazione semplice, con disegni spigolosi; il ritmo è lento, i ragionamenti fin troppo machiavellici e le situazioni si ripetono in modo abbastanza simile. Ma, come in nessun altro anime, si riesce a percepire la crisi economica e di valori degli anni ’90 giapponesi. Il gioco d’azzardo è un’allegoria di un’intera società, se non di un’intera epoca ipercompetitiva. La figura di Tonegawa simboleggia la retorica di facciata di quella società, quella che dice di provare sempre, di non curarsi dei costi pur di vincere, di rischiare il tutto per tutto. Ma dietro ciò, si nasconde tutta un’altra verità. Kaiji, dal lato suo, rappresenta il giovane intelligente e dotato; in un’altra società ed in un’altra posizione Kaiji sarebbe probabilmente un vincente, ma è invece schiavo di questo sistema che odia, che rifiuta assieme alla sua intrinseca competitività e che lo destina senza appello alla frustrazione.

Monster

Anche Monster non può mancare in questa lista. I temi oscuri e la storia sublime vi lasceranno stupefatti. L’opera del maestro Urasawa tratta la depravazione umana, esplora a fondo l’oscurità dell’animo umano. L’anime segue la storia del dottor Kenzo Tenma, un famoso neurochirurgo giapponese che, all’improvviso, si ritrova con una scelta da fare: salvare la vita al sindaco della città o a un ragazzino. Facendo la sua scelta, la vita del Dr. Kenzo prenda una svolta negativa e tutte le sue disgrazie sembrano puntare in direzione della persona a cui ha salvato la vita.

5 Anime come Death Note

Monster

L’anime di Monster, come Death Note, riprende temi e ambientazioni gotici che accompagneranno lo spettatore fino alla fine del viaggio di Kenzo, un viaggio fatto di interrogativi, rimorsi e sangue. Il tema dell’incognita qui è molto più marcato, lasciando molto più spazio al protagonista e ai suoi pensieri. Diversamente da Lelouch e Light, Kenzo ha un’etica che si potrebbe definire “buona”, ma il cammino verso la risposta porterà un’alone di dubbio anche su quest’unica certezza.

The Promised Neverland

“The Promised Neverland” è un’opera che sta crescendo esponenzialmente in popolarità ogni anno che passa e diventa inevitabile un paragone con un’altro anime poco convenzionale come lui: ovvero, Death Note. La scrittrice di “The Promised Neverland”, Kaiu Shirai, ha definito Tsugumi Ohba (autore di “Death Note”) come una delle sue principali figure di riferimento. È abbastanza semplice vedere le somiglianze tra le due opere: entrambe fanno uso di battaglie di “intelletto” che sono trasmesse come una lotta tradizionale; entrambi gli autori amano essere precisi nei dettagli e analitici quando si tratta di dare informazioni.

5 Anime come Death Note

The Promised Neverland

Nonostante ciò, “Death Note” e “The Promised Neverland” presentano anche una grande differenza: mentre Light ha già una conoscenza approfondita del quaderno una volta che dovrà affrontarsi con L, Emma (protagonista di “The Promised Neverland”) e gli altri bambini iniziano la loro avventura quasi da zero senza conoscere la natura e le regole del mondo che li circonda. Questo significa che non utilizzano schemi complessi e organizzati a priori, ma sono in constante ricerca di nuove informazioni e mettendo a dura prova il loro ingegno nel mettere insieme i pezzi del puzzle che pian piano troveranno, contemporaneamente adattandosi a tutto ciò che il mondo gli pone davanti.

E questi sono stati 5 anime come Death Note che vi consigliamo caldamente! Se siete interessati ad articoli del genere o a news e guide sul mondo di anime e manga vi invitiamo a seguire la nostra sezione anime sul sito!

Wol-F

Appassionato da sempre di anime, ho deciso di unire dovere e piacere. Tra binge watching e sessioni notturne di gaming, forse mi laureo.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.