Razze e sottorazze Baldur’s Gate 3: guida alle 5a edizione

Iniziare la nostra prima avventura in un gdr non è mai semplice, soprattutto se ci troviamo davanti ad un editor sfaccettato e una varietà di classi e razze spaventosa. Se desideriamo poi cominciare una sessione di Role Play il tutto diventa ancora più delicato. Il nostro alter ego va costruito bene e senza fretta. Per questo motivo oggi andiamo a vedere le razze e le sottorazze di Baldur’s Gate 3.

Prese direttamente dalla 5a edizione di Dungeons&Dragons, le razze e le sottorazze di Baldur’s Gate 3 che accompagneranno il gioco all’uscita in Early Access sono al momento 9. In futuro potrebbero aumentare di numero, avvicinando un po’ di più alle 21 presenti nel manuale del giocatore ma per il momento queste sono più che sufficienti per mettere insieme una guida. Iniziamo!

Razze e sottorazze di Baldur’s Gate 3

Inutile dire che le specie di BG3 svolgono un ruolo essenziale nella nostra partita, determinano abilità innate, alimentano il nostro background insieme alla storia delle origini che abbiamo scelto, e ci permette di dare alle nostre sessioni di Role Play una direzione ben precisa.

Tiefling

Per chi non fosse familiare con il mondo di Dungeons&Dragons i Tiefling sono connessi direttamente al Nessus, il più profondo strato dell’Inferno. Questa prima specie umanoide non è in genere ben vista dalle altre razze. Scegliere un Tiefling vuol dire convivere con sguardi poco amichevoli, il loro aspetto grottesco e demoniaco, ereditato per via dei peccati degli antenati, di certo non li rende amichevoli agli occhi degli umani.

Talenti:

  • Intelligenza +1
  • Carisma +2
  • Resistenza Infernale

Sottorazza: Asmodeus Tiefling

Credit: Larian Studios

Elfo Oscuro

Conosciuti in inglese con il nome di Draw, gli Elfi Oscuri sono gli elfi che vivono nell’oscurità. Guidati dalle matriarche veneratrici della Dea Lolth, gli efli oscuri sopravvivono ad una società brutale grazie alla loro destrezza e all’affinità con la magia. Nonostante vivano prevalentemente sotto terra alcuni di quando in quando decidono di raggiungere la superficie, finendo per essere etichettati per il resto della loro vita come dei mostri.

Generalmente questa specie è conosciuta per essere malvagia, alcuni di loro si distinguono però per la loro bontà e la loro abilità.

Talenti:

  • Visione oscura
  • Carisma +1
  • Trucchetti
  • Affinità armi elfi oscuri

Credit: Larian Studios

Umani

Ed eccomi finalmente agli uomini, la razza più semplice e comune di Dungeons&Dragons. Tenaci, creativi e ambiziosi, gli umani sono la razza più comune di Faerun, nonché la prima ad essere introdotto nel 95% delle nuove sessioni dai master.

Talenti:

  • Forza +1
  • Destrezza +1
  • Costituzione +1
  • Intelligenza +1
  • Saggezza +1
  • Carisma +1

Credit: Larian Studios

Githyanki

Dal nome difficile da pronunciare, vi diciamo subito che i Githyanki sono una delle razze e sottorazze di Baldur’s Gate 3 più temibili. Addestrati con lame d’argento, questi spadaccini maestri di lama si spostano sui campi di battaglia a dorso di immensi draghi. Si avete capito bene, li cavalcano a pelo. Il loro obiettivo comune è uno e uno soltanto: sterminare i mind flayers, l’oscuro impero antagonista di BG3 che tanto tempo fa li rese schiavi.

Nel complesso sono una delle specie più attente e reattive alle minacce.

Talenti:

  • Intelligenza +1
  • Forza +2
  • Prodigio marziale
  • Maestria decadente

Credit: Larian Studios

Nani

Piccoli, nerboruti ed energici, i nani sono tutto questo è anche di più. Abitanti delle montagne, questa specie magica trova casa nelle catene montuose dove lavora alacremente all’interno di miniere e fucine. Se parliamo di dedizione i nani non sono secondi a nessuna razza o sottorazze di Baldur’s Gate 3, sono da sempre impegnati nel portare avanti le tradizioni dei propri clan, ripetendo giorno dopo giorno le stesse azioni. Profondi conoscitori dei metalli e delle rocce, nonostante la loro bassa statura riescono a tenere testa tranquillamente a specie alte due volte loro.

Talenti:

  • Saggezza +1
  • Affinità armi nanica
  • Resistenza nanica
  • Durezza nanica

Sottorazza: Nani delle colline 

Credit: Larian Studios

Elfi

Alti e dalla figura slanciata, gli Elfi sono la razza magica per eccellenza. Conosciuti per la lunga vita e il cinismo con il quale guardano le altre razze, gli Elfi vivono perlopiù in antiche foreste o argentee rovine. All’interno del mondo di D&D simboleggiano la razza perfetta. Abili nel tiro con l’arco e nell’uso dell’arma bianca, sono inoltre affini alla magia.

Il loro amore e loro affinità per l’arte sono noti a tutti.

Talenti:

  • Destrezza +2
  • Intelligenza +1
  • Sensi acuiti
  • Stirpe magica
  • Affinità armi elfica
  • Visione oscura

Sottorazza: Elfi Alti

Credit: Larian Studios

Mezzo Elfo

Contrariamente a quanto si possa pensare i mezzi elfi non devono essere considerati come una sottorazza, bensì come una razza a sé stante. Ambiziosi come gli uomini, curiosi e versatili come gli elfi, questa razza ibrida di Baldur’s Gate nonostante sia benvenuta pressoché ovunque non ha purtroppo una comunità propria. I nati a cavallo di questi due mondi sono spesso molto vicini alla natura e sensibili all’arte.

Talenti:

  • Carisma +2
  • Miglioramento abilità (consente di distribuire due punti talento liberamente)
  • Stirpe magica
  • Visione oscura

Credit: Larian Studios

Mezzo Elfo Oscuro

Coloro che nascono da un genitore umano e l’altro appartenente alla razza degli elfi oscuri devono fare i conti con un retaggio non affatto semplice. Quello dei drow non è un fardello leggero da portare. Tenaci e intelligenti per natura, i mezz’elfi oscuri difficilmente creano legami forti con le persone. Allontanati dagli umani e dagli elfi oscuri, la maggior parte di questi mezz’elfi vive la propria vita interamente in esilio.

Talenti:

  • Visione oscura
  • Miglioramento abilità (consente di distribuire due punti talento liberamente
  • Trucchetti

Credit: Larian Studios

Halfling

Piccoli di statura gli Halfling sono di gran lunga la specie meno incline alla violenza tra tutte le razze e la sottorazze di Baldur’s Gate 3, preferiscono una vita calma e felice ad una belva feroce o un combattimento all’arma bianca. Date un bicchiere di vino ad uno di questi piccoletti e gettatelo nel bel mezzo di una festa e lo farete felice.

Alcuni di loro passano la loro intera vita in remote zone agricole lontani da tutto e da tutti, altri invece si uniscono in giovane età a gruppi itineranti spostandosi di città in città finendo per chiamare casa una carovana.

Talenti:

  • Coraggio
  • Fortuna
  • Carisma
  • Forza naturale
  • Mercurial Step

Sottorazza: Halfling Piedeveloce

Credit: Larian Studios

Questa è in sostanza la guida alle razze e le sottorazze di Baldur’s Gate 3 fino a questo momento. In futuro, con l’avvicinarsi del titolo e la divulgazione di nuove informazioni non mancheremo di aggiornarla e rivederla se necessario.

Fonte: Larian Studios.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.