Cosa significa isekai nel mondo anime

Chi guarda anime sicuramente si sarà imbattuto almeno una volta in questa parola. Ma a cosa si riferisce esattamente? Cosa significa isekai? Questo termine può essere in realtà definito come il nome di un sotto-genere che si è fatto estremamente popolare nel mondo anime nell’ultimo decennio.

Cosa significa isekai?

Mushoku Tensei

Cosa significa isekai?

La parola “isekai” in Giapponese vuol dire semplicemente “altro mondo“, ed è esattamente la caratteristica principale di questo sotto-genere. In breve, la risposta a cosa significa isekai è: un sotto-genere di opere in cui una persona viene trasportata, evocata, o reincarnata in un mondo parallelo.

Ambientazione e caratteristiche

Per quanto riguarda l’ambientazione, quest’universo potrebbe già esistere nel mondo del protagonista come videogioco o opera letteraria, oppure essere sconosciuto; l’universo parallelo potrebbe anche essere inteso come un mondo virtuale che si trasforma in reale (“Overlord” o “Log Horizon”). In questo tipo di serie, il protagonista giunge in un mondo completamente nuovo mantenendo i ricordi della sua vita precedente, oppure dimenticando completamente ciò che è gli è successo prima del suo risveglio in quel mondo (come accade in “Grimgar of Fantasy and Ash”).

Cosa significa isekai?

Grimgar of Fantasy and Ash

Il protagonista è spesso un NEET (acronimo inglese di “Neither in Employment nor in Education or Training”), un hikikomori (termine giapponese usato per riferirsi a coloro che hanno scelto di ritirarsi dalla vita sociale, spesso cercando livelli estremi di isolamento e confinamento) o comunque persone che spesso esprimono il desiderio di abbandonare il mondo reale per viaggiare nel loro mondo preferito. Il protagonista può disporre di terribili poteri (come “In Another World with My Smartphone”), o essere debole (“Re:Zero – Starting Life in Another World”). Solitamente egli è una sorta di “eroe prescelto” che deve salvare il mondo in cui capita, ma può capitare che diventi un personaggio più crudele (come, per esempio, in “Drifters”). In rari casi potrebbe succedere che il protagonista si reincarni in non umani (“Vita da slime”) o anche in oggetti (“Reborn as a Vending Machine, I Now Wander the Dungeon”).

Cosa significa isekai?

Vita da Slime

Come si sono originati gli isekai?

Ora che sappiamo cosa significa effettivamente isekai, e abbiamo qualche esempio di questa categoria di opere, come sono nate così tante opere? Com’è possibile che un genere così semplice sia diventato tanto popolare tra i giovani? Non è così strano se si pensa che molti dei primi isekai hanno trattato del mondo dei videogiochi. Ed è importante sottolineare la popolarità dei giochi “MMO” (“Massive Multiplayer Online”) che riescono a portare milioni di giocatori in mondi sconosciuti. Inoltre, a chi non piacerebbe esplorare mondi  fantastici e avere poteri speciali? Insomma, questo è un genere che ha motivo di esistere già dal finire del secolo scorso, periodo in cui iniziano a uscire le prime opere che iniziano a introdurre il concetto di isekai: “El Hazard: The Magnificent World”, serie trasmessa dal 1995 al 1998. A quest’ultima segue le famosa serie “Digimon” nel 1999, considerabile un isekai anche se non proprio tradizionale.

Cosa significa isekai?

El Hazard: The Magnificent World

Ma sarà solo con l’uscita nel 2012 della celebre serie light novel “Mushoku Tensei”, definito come “il Re degli isekai” che il genere raggiunge il picco di popolarità in Giappone. Da allora si moltiplicano esponenzialmente le nuove serie di novel e manga isekai, quasi tutte sulla falsa riga della formula inventata da Mushoku Tensei. Qui in occidente non essendo così popolare la cultura delle novel giapponesi, il genere isekai è diventato mainstream perlopiù grazie ai vari adattamenti anime di light novel, come lo spesso impropriamente definito isekai, Sword Art Online, che ha però contribuito moltissimo alla crescita in popolarità degli anime dove il genere dei videogame e del fantasy si scontrano. Oppure con gli ormai popolarissimi Re:Zero e Overlord.

Eccezioni nel mare di isekai senza originalità

Negli ultimi anni sempre più isekai finiscono per proporre sempre le stesse tematiche: un protagonista “perfetto” con la personalità di un comodino; un harem di ragazze che inspiegabilmente si sentono attratte dal personaggio principale; una storia lineare e poco avvincente. Tuttavia, nulla è perduto. Nella matassa di titoli che satura il mercato degli isekai, brillano alcuni titoli che riescono a prendere tutte le caratteristiche del genere ma senza cadere nel banale. “Log Horizon” ha una struttura simile ad altri isekai ma si distingue grazie al protagonista geniale e ai personaggi che si chiedono effettivamente come siano arrivati in questo mondo, e il loro obiettivo principale è uscirne. “KonoSuba” (abbreviazione per “Kono subarashii sekai ni shukufuku o!”) estremizza ciò che caratterizza un isekai proponendo una versione comica e parodica del genere.

Cosa significa isekai?

KonoSuba

Il già accennato “Grimgar of Fantasy and Ash” si focalizza più sulla caratterizzazione dei personaggi.  “Re:Zero – Starting Life in Another World” ci presenta un protagonista debole, che finisce per provare l’esperienza della morte innumerevoli volte. Invece, in “No Game No Life” i due protagonisti non hanno poteri speciali, ma sono potentissimi grazie alla loro abilità nei giochi. “The Rising of the Shield Hero” ha come protagonista un ragazzo evocato contro la sua volontà in un mondo che lo accusa di crimini non commessi e ciò darà inizia alla sua parabola di antieroe.

Questi titoli sono solo alcuni anime che meritano di essere visti e posti come rappresentanti di un genere che negli ultimi anni sta spopolando. Il lato migliore degli isekai è proprio la grande offerta che propongono, da storie più comiche a quelle più tetre, utilizzando come espediente il viaggio nell’universo parallelo. L’importante come sempre è non fermarsi agli stati più superficiali della categoria e scavare a fondo per trovare delle vere gemme.

Speriamo che l’articolo vi sia stato d’aiuto e vi rimandiamo alla nostra sezione del sito dedicata ad anime e manga, per altri contenuti del genere!

Wol-F

Appassionato da sempre di anime, ho deciso di unire dovere e piacere. Tra binge watching e sessioni notturne di gaming, forse mi laureo.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.