EA e Ghost Games annunciano Need for Speed Payback

Manca davvero poco all’E3 2017 ed Electronics Arts rompe il silenzio anticipando i tempi: Need For Speed è pronto a tornare. Data di uscita, immagini e trailer, EA non si è fatta mancare proprio nulla; dopo il “reboot” sempre ad opera del team svedese, la serie punta a migliorare la formula cercando di tornare ai fasti di un tempo.

Need for Speed Payback

In uscita in contemporanea in tutto il mondo il 10 di questo novembre su PC, PS4 e Xbox One,  Need For Speed Payback vuole sorprendere i fan ripartendo là dove il gioco del 2015 li aveva lasciati; una storia avvincente, una libertà di gioco mai vista prima e tanto, tanto, custom saranno i perni di questo nuovo corsistico targato Ghost Games.
Non ci credete? Queste sono le parole di Marcus Nilsson, Executive Producer presso Ghost Games.

Need for Speed ritorna per sfidare le aspettative che hanno i giocatori riguardo ad un gioco di corse. Saranno presenti tutte le cose che i fan del nostro franchise amano – personalizzazione profonda, una lista auto impressionante, gare intense e inseguimenti in un open world – ma con Need for Speed Payback, uniremo tutti questi elementi in una nuova esperienza di guida. A partire dalla storia, dai diversi personaggi con cui potrai guidare, alla varietà delle missioni, ai momenti adrenalinici, questa è la nostra visione su quello che significa intrattenimento di guida action.

Vendetta, adrenalina, velocità

Da Ventura e Fortune Valley, Need For Speed Payback abbandona (?) l’ambientazione cittadina del precedente capitolo per immergersi in un open world completamente nuovo. Nei panni di Tyler, il pilota; Jess, la guida; e Mac, l’attore, i giocatori si ritroveranno a sfrecciare per le soleggiate strade dell’immaginaria valle in cerca di vendetta: obiettivo La Loggia. Dal rispetto dei bassifondi fino alla più pericolosa organizzazione di Vortuna Valley, i protagonisti si ritroveranno a sfidare criminali e forze di polizia corrotte, come sempre a bordo di bolidi completamente personalizzabili.

 

Gabriele Viganò

Abbiamo fondato il Devils in tre, tre colleghi, amici, tre pazzi furiosi. Io sono il più giovane dei tre. That's it.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.