Tutto quello che bisogna sapere su Cuphead

Annunciato durante la conferenza E3 Microsoft del 2014, Cuphead è sin dal suo esordio sembrata una delle esclusive più promettenti del mondo Xbox. Scomparso prima dai riflettori, rinviato e successivamente modificato nella sua forma, il titolo sviluppato dai ragazzi dello Studio MDHR ha vissuto un sviluppo in qualche modo travagliato, complice anche il particolare stile grafico.

Finalmente in dirittura di arrivo, Cuphead arriverà infatti sugli scaffali di tutto il mondo verso la fine di questo mese, il 29 settembre, il gioco ha fatto molto parlare di sé negli ultimi anni. In previsione dell’arrivo e della prova con mano, andiamo a riassumere tutto ciò che sappiamo di questo promettente titolo indipendente.

Un run and gun dal sapore retrò

Dallo stile unico nel panorama videoludico, Cuphead è paragonabile ai cartoni prodotti negli anni ’30. Questa ricercatezza è costata però ai ragazzi di MDHR tempo e parecchia dedizione. Per realizzare questo particolare stile gli sviluppatori hanno infatti dovuto creare a mano tutte le animazioni, i personaggi e gli scenari. Giusto per farvi capire quanto questo metodo di lavoro possa essere impegnativo, vi portiamo un esempio pratico.

Se nel corso dello sviluppo si volesse ingrandire la testa del protagonista, le animazioni di quest’ultimo dovrebbero essere ridisegnate da zero. Un lavoro mica da ridere.

Una cosa bisogna però ammetterla: nonostante il tempo impiegato, pad alla mano, la sensazione è quella di essere tornati indietro nel tempo, quando ancora venivano trasmessi i primi cartoni di Topolino in bianco e nero. Possiamo dire con tranquillità che l’obiettivo è stato dunque centrato.

Il dietro le quinte di Cuphead

Durante la realizzazione di un titolo ci sono molti dettagli, features, che purtroppo non sempre arrivano alla release. Alcuni personaggi vengono tagliati, la storia scritta in fase di ideazione non sempre arriva al pubblico così come era stata pensata. Insomma, durante lo sviluppo cambiano davvero molte cose. Vi diciamo questo perché poco prima dell’inizio della Gamescom 2017 lo Studio MDHR, accontentando i più curiosi, ha deciso di rilasciare alcuni dei bozzetti realizzati a mano durante il processo di sviluppo.

Bozzetti che abbiamo raccolto per voi qui di seguito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questi splendidi disegni non sono fortunatamente però l’unico scorcio del “dietro le quinte” concesso dalla software house. Come alcuni di voi ricorderanno, durante il mese di giugno i due fratelli fondatori del team si sono lasciati andare durante una chiacchierata molto interessante con il sito gamesradar.com, rivelando qualche dettaglio in più su come sono nati il team ed il progetto.

Jared e Chad Moldenhauer hanno rivelato che il progetto durante il suo primo periodo di vita è stato portato avanti nel tempo libero da sole 3 persone, dato che queste avevano già un lavoro. Cuphead è stato così portato avanti fino a che non è stato mostrato al pubblico. Travolti dall’entusiasmo dei fan, i due fratelli hanno deciso di abbandonare i rispettivi lavori per dedicarsi a tempo pieno allo sviluppo, arrivando persino ad ipotecare le rispettive case per coprire i costi di produzione (tanto basta per acquistare il gioco e ripagarli del lavoro fatto, ndr.). Ora il team conta 20 membri all’attivo.

Piattaforme d’uscita

Come già fatto presente il gioco è un’esclusiva console Microsoft, ma la famiglia Xbox non sarà l’unica a vedere l’arrivo di questo promettente indie. Cuphead arriverà infatti anche su PC. Inizialmente il gioco sarà disponibile però solo sullo store Windows 10 e su Steam, mentre in un secondo momento, non ancora precisato dallo studio MDHR arriverà anche su GOG.com. Per quanto riguarda le versioni macOS e Linux ancora non si sa nulla, anche se il team non ha escluso che un domani il gioco possa approdare anche su queste piattaforme.

Fonte: cupheadgames.com

Abbiamo fondato il Devils in tre, tre colleghi, amici, tre pazzi furiosi. Io sono il più giovane dei tre. That's it.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.