[Guida] Paladino Retribution – Patch 7.3

Benvenuti alla guida base per poter iniziare a giocare il vostro Paladino Retribution con efficacia e precisione! Questo compendio non vuole dettarvi un metodo prestabilito su come impostare il vostro paladino. Il nostro intento è quello di fornirvi tutti i dati e le nozioni per permettervi di fare sempre la scelta migliore in base al contenuto che avrete di fronte.

Perché giocare un paladino retribution?

Cosa caratterizza questa classe? Andiamo ad analizzare i principali pro e contro:

+  ottima survability;
+  buon danno sia AoE che single target;
+  ottima utility;
  scarsa mobilità.

Come ulteriore fattore positivo da aggiungere è relativo alla classe Paladino, poiché comprende altre due specializzazioni, Protection e Holy, relativamente Tank e Healer.

Le basi

Il paladino retribution ha due principali risorse: il Mana e il Potere Sacro. Per quanto riguarda il Mana, si ricarica automaticamente nel corso del tempo e serve principalmente per poter castare . Per quanto riguarda il Potere Sacro ne possiamo conservare fino a cinque cariche e abbiamo due principali abilità per caricarlo:  e . Il concetto alla base del paladino retribution è quello di accumulare quante più cariche di Potere Sacro, per poi usare  ed aprire una finestra di tempo in cui usare quante più volte possibile per il single target o  per 2+ target.

Quali talenti utilizzare?

Nel caso del Paladino Retribution la scelta dei talenti è abbastanza obbligata, abbiamo sì della libertà di scelta, ma decisamente ridotta rispetto ad altre classi. Ma andiamo ad analizzare l’albero dei talenti e le varie possibilità:

Albero dei talenti del Paladino Retribution

Tier 1 (Livello 15)

: abilità passiva che aumenta i danni di  del 20% ed i danni di  del 10%.
: abilità attiva che costa 3 cariche di potere sacro e infligge notevoli danni.
: abilità attiva che infligge moderati danni ad area.

Per quanto riguarda questa riga di talenti, la scelta ricade in quasi ogni scenario su , poiché l’output di danni è maggiore delle altre due opzioni e si adatta bene sia per l’AoE che per il single target. Se avete bisogno di un burst di danni a comando (es: Fallen Avatar, quando bisogna distruggere lo scudo della Maiden), allora  può avere un suo ruolo.

Tier 2 (Livello 30)

: abilità passiva che riduce il cooldown di  di un secondo e gli fornisce una probabilità del 15% di ridurre il costo della prossima abilità che consuma Potere Sacro di uno.
: abilità attiva che sostituisce . Ogni volta che viene usata accumula una carica fino ad un massimo di 3. Per ogni carica attiva, ogni volta che questa abilità viene usata il danno si trasferisce ad un altro target nelle vicinanze.
: abilità passiva che causa a  di colpire due bersagli aggiuntivi e di causare danno critico se la loro vita è maggiore del 50%.

Qua la scelta è di nuovo obbligata, poiché l’output di danni generato da  supera di gran lunga le altre opzioni.

Tier 3 (Livello 45)

Questo tier di talenti è interamente dedicato ai Crowd Control, quindi sentitevi liberi di scegliere quello più adatto allo scenario che dovrete affrontare.

Tier 4 (Livello 60)

: abilità passiva che aumenta i danni critici di  del 200%.
: abilità passiva che garantisce la possibilità con gli attacchi automatici di resettare il tempo di recupero restante di .
: abilità che si sostituisce a  e che evoca dei martelli divini che roteano intorno all’evocatore per 12 secondi e che infliggono moderati danni a tutti i bersagli nel raggio di 8yd ogni 2 secondi.

Se avete 2 o 4 pezzi del set di armatura del raid “La tomba di Sargeras” allora  vince in quasi ogni scenario, fatta eccezione per situazioni in cui ci sia bisogno di un danno AoE sostenuto. Nel caso in cui siate sprovvisti di tale set di armatura, allora dovete valutare il tipo di scontro in cui vi ritroverete. Con 4+ bersagli,  diventa la scelta migliore, altrimenti  vince sulle altre opzioni.

Tier 5 (Livello 75)

: è l’unica abilità del paladino a richiedere 5 cariche di potere sacro. Infligge ingenti danni, aumentati del 100% se il bersaglio è stunnato e cura il paladino dell’intero ammontare dei danni effettuati.
: abilità attiva con un tempo di recupero di 1 minuto. Riduce i danni ricevuti del 35% e quando il paladino viene colpito da un attacco fisico, l’attaccante riceve moderati danni in risposta.
: cura istantanea dal costo di 3 cariche di potere sacro. Castabile su alleati.

Questa sezione è dedicata ai talenti per la survability. Se state livellando o avete scelto il talento , allora la scelta migliore è . Negli altri casi l’opzione che vi raccomandiamo è quella di prendere . Al momento non c’è alcuno scenario in cui  abbia un utilizzo pratico, poiché per funzionare correttamente prevede che si venga colpiti, cosa che dovremmo cercare di evitare in quanto non siamo Tank.

Tier 6 (Livello 90)

: abilità passiva che riduce il tempo di recupero di  del 20% e lo attiva se un attacco dovesse uccidervi.
: aumenta il numero di cariche di  a 2.
: abilità passiva che permette a di lasciare un marchio sul bersaglio con 40 cariche. Colpire il bersaglio consuma una carica e cura moderatamente.

La scelta di deafult qui sarebbe  perché avere a disposizione più mobilità su un Paladino Retribution è sempre un’ottima idea. La possibilità di spostarsi dall’azione e tornare subito a contatto grazie alla doppia carica è molto utile. Di contro, se il fight è stazionario e si ha bisogno di un uso costante di , allora  diventa una scelta considerabile, basti pensare al soaking da effettuare nello scontro con Kil’jaeden.

Tier 7 (Livello 100)

: abilità passiva che consente una chance del 20% ogni volta che si spende Potere Sacro di poter castare prossimo  senza consumare Potere Sacro.
: abilità passiva che modifica . Per ogni carica di Potere Sacro spesa durante la durata di , si ottiene un bonus di 2,5% al danno e alla haste per carica, fino ad un massimo di 15 (=50%).
: abilità attiva con 3 minuti di tempo di recupero. Infligge danni pari al 200% della salute mancante del paladino a fino a 4 bersagli vicini, fino ad un massimo del 120% della salute massima. Effetto ridotto in PVP.

risulta essere l’unica scelta, poiché surclassa a livello di output di danni . Per quanto riguarda  invece la questione è più complicata. L’output di danni, se usato propriamente, è notevole. Ma il tempo di recupero di 3 minuti, legato al fatto che in ordine di sfruttare al massimo l’abilità bisogna ricevere del danno, portano questa abilità ad essere fortemente sconsigliata.

Priorità delle statistiche di base

Per quanto riguarda il Paladino Retribution, le statistiche risultano avere un equilibrio molto più marcato rispetto alle altre classi. Per questo motivo mi consigliamo di monitorare costantemente il peso da dare a ciascuna delle vostre statistiche usando un simulatore. In linea di principio la priorità dovrebbe essere:

1- Haste;
2- Versatility;
3- Critical strike;
4- Strenght;
5- Mastery.

Leggendarie e Best in Slot

Il Paladino Retribution ha accesso a delle leggendarie molto potenti in Legion. Di seguito elencheremo le principali in ordine di importanza:

  1. ;
  2. ;
  3. ;
  4. ;
  5. ;
  6. .

risulta essere la leggendaria più forte poiché oltre ad essere ottima sia per l’AoE che per il single target, è compatibile anche con le altre specializzazioni del paladino.  conferisce un boost al danno considerevole. In ogni caso, qualsiasi combinazione tra le prime 4 leggendarie elencate è valida. Per quanto riguarda le altre due, sono da considerarsi di inferiore valore.

Per quanto riguarda i trinket invece, la situazione è più complicata e di nuovo vi consigliamo di simulare il vostro equipaggiamento attraverso questo sito. In ogni caso le migliori opzioni a disposizione sono:

  1. ;
  2. ;
  3. ;
  4. ;
  5. ;
  6. .

Qualche consiglio dalla redazione:

In quanto classe melee avete accesso ad un interrupt con un tempo di recupero decisamente ridotto rispetto ai caster, usatelo quanto più spesso potete! Soprattutto se avete  che vi garantisce un notevole bonus al danno.

Se giocate con il talento , assicuratevi di utilizzarlo 2-3 secondi prima di entrare in fight, così otterrete comunque le cariche di potere sacro, ma avrete modo di poterlo riutilizzare prima, rendendo la vostra rotation molto più fluida ed efficiente e tagliando i tempi morti.

oltre che essere un notevole cooldown difensivo, è anche una piacevole aggiunta al vostro danno, oltre che essere graficamente molto appagante. Usatelo appena potete!

rivestono un’importanza fondamentale nel vostro gameplay. Essere in grado di usarli tempestivamente ed efficacemente può essere il fattore che differenzia un buon Paladino Retribution da uno mediocre. La rotation base del Paladino è molto facile, grazie a questo fattore la nostra concentrazione deve essere rivolta al resto del party e a ciò che sta accadendo intorno a noi.

Non dimenticatevi che avete accesso anche a ! Spesso gli healer vi adoreranno se farete buon uso di questa spell.

 

 

Se siete interessati ad ulteriori guide alle classi, consultate questa pagina.

Fonte: Wowhead

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all'università di Milano-Bicocca. Esperto nell'ignorare le continue segnalazioni del "è bravo, ma non si impegna", decide di impegnarsi appieno nell'attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.