Nintendo Switch: alcuni giochi potranno richiedere una memoria esterna

Nintendo ha annunciato una collaborazione con Western Digital, rinomata produttrice di prodotti per la conservazione dei dati digitali. Il frutto dell’unione di queste due realtà è rappresentato dalla nascita di schede microSD ufficiali per Nintendo Switch, l’ultima console della storica azienda giapponese.
Si tratta di prodotti SanDisk, che verranno rilasciati questo ottobre e saranno disponibili in due tagli: 64 o 128 Gb.

Memorie esterne per Nintendo Switch

Schede SD SanDisk ufficiali per Nintendo Switch

Il tutto è dovuto all’inevitabile arrivo di giochi che, in termini di peso, superano la memoria interna del sistema; cosa che renderà necessario l’acquisto di soluzioni esterne per l’aumento delle capacità di stoccaggio.

Quale futuro, quindi, per chi non possiede espansioni di memoria per la console? Queste le parole di Nintendo:

Se acquistate la versione fisica di un gioco che richiede un scheda di memoria microSD aggiuntiva, avrete la possibilità di giocare una porzione del gioco direttamente (ad esempio, specifici livelli o modalità).
Per godere del gioco completo, è richiesto il download di dati aggiuntivi. A seconda dello spazio richiesto da ogni gioco, potrebbe essere necessario acquistare una scheda microSD per espandere lo spazio di stoccaggio.

Lo stesso discorso vale in caso si decida per la versione digitale: i dati in eccesso” rispetto allo spazio libero sul sistema dovranno poter essere scaricati su un dispositivo esterno per l’espansione della memoria.

Al momento l’esempio a riguardo è dato dalla modifica alla copertina della custodia di NBA 2K18, il cestistico 2K Games in arrivo il 15 settembre, che ora riporta in maniera esplicita la presenza di una Scheda microSD come requisito.

Copertina aggiornata NBA 2K18 Nintendo Switch

Copertina aggiornata di NBA 2K18 per Nintendo Switch

Vien da chiedersi se sarà il caso di produzioni come il futuro terzo capitolo di No More Heroes, da poco annunciato per Nintendo Switch, e di altri giochi a metà tra l’indie ed il tripla A, per i quali non c’è certezza che vengano resi disponibili in formato fisico.
In ogni caso, appare chiaro che il possedere una scheda microSD sarà, in futuro, imprescindibile per poter giocare opere di grandi dimensioni.

Nintendo Switch: una questione di “peso”

Al momento di svelare le specifiche della console, vi era stato qualche clamore riguardante la memoria del sistema. Se la nuova macchina della compagnia di Kyoto è a tutti gli effetti considerabile un gioiello dal punto di vista della tecnologia, lo stesso non si può dire della sua capacità di stoccaggio: Nintendo Switch viene venduta con 32 Gb di memoria interna, di cui però quelli realmente utilizzabili sono circa 26.

Che possono sembrare più che adeguati, se si considera unicamente l’idea di comprare i giochi su cartuccia, ove sono racchiusi la maggior parte dei dati. Questo punto di vista, però, non tiene conto di una sezione di mercato decisamente non più definibile nicchia.
Parliamo del Digital Delivery, la possibilità di acquistare i titoli in formato digitale e scaricarli sul dispositivo per poterne usufruire senza bisogno di supporto fisico.

Non c’è bisogno di spiegare quanto faccia gola la possibilità di portare in giro la propria Nintendo Switch e giocare senza dover dipendere dalle cartucce. Eppure, con giochi di certe dimensioni questo viene limitato, a meno che non si possieda una scheda SD.
Se si pensa che il solo The Legend of Zelda Breath of the Wild richiede 13,8 Gb in versione digitale… beh, l’idea è presto resa!

E voi, cosa ne pensate? Siete d’accordo con le mosse di Nintendo e con l’iniziale scelta della memoria interna, o pensate che l’ormai evidente scarsità di spazio per i dati sia un difetto di progettazione?

Fonte: IGN.com

Fonte immagine: Nintendo Everything

Avatar

Appassionato di videogiochi e Game Design, oltre a leggerne spera di riuscire a scriverne decentemente. Gioca di tutto, ma ama in particolare Action, GDR e relative ibridazioni: la passione nata con God of War si è sublimata con Dark Souls.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.