Dragon Ball FighterZ annunciato all’E3 2017

Bandai Namco Entertainment colpisce ancora alla conferenza E3 2017 con un nuovo titolo ispirato alla ormai ben nota omonima saga dell’anime. Dragon Ball FighterZ sarà un picchiaduro in 2.5D sviluppato da Arc System Works per Xbox One, Microsoft Windows e Play Station 4.

La data per il rilascio è stata fissata per Febbraio 2018, il giorno però resta tutt’ora un mistero.

Esplorando Dragon Ball FighterZ

La trama è tanto semplice quanto appassionante se si è dei fan della serie. In qualche modo, l’androide C16 è stato rianimato e gli è stato dato l’ordine di distruggere la terra. Ma non è solo, ad accompagnarlo c’è un’intera nuova generazione di super androidi studiati e costruiti per assomigliare agli eroi che già ben conosciamo. Riusciranno Goku e gli altri a oltrepassare i propri limiti, un’altra volta?

Goku vs Vegeta, in forma super sayan

Se non è classico ed epico insieme questo!

Per quanto riguarda il gameplay, Dragon Ball FighterZ riprende la struttura classica dei picchiaduro, ispirandosi principalmente allo stile di Marvel vs Capcom, una serie crossover picchiaduro sviluppata e pubblicata dalla Capcom.
Il giocatore, oppure ogni giocatore nel caso vogliate testare le vostre abilità su un amico/parente meno competente (lo sappiamo tutti che lo farete!), deve scegliere 3 personaggi con cui affrontare lo scontro. Fuori uno, dentro l’altro, chi arriva al K.O. con l’ultimo personaggio ancora in piedi perde. Semplice ed efficace.

In Dragon Ball FighterZ è presente anche la possibilità di chiedere assistenza ad uno degli altri personaggi selezionati per performare combo di coppia dalla potenza devastante.

Goku vs Freezer, dragon ball super

Come possiamo notare, la trama è aggiornata all’ultima serie uscita dell’anime

Alcune delle mosse presenti nel gioco ricordano molto quelle di altri titoli, con frequenti autocitazioni da parte di Arc System Works, come ad esempio la “Dragon Rush” che ricorda il già testato sistema di Roman Cancel. Ovviamente, essendo un gioco basato sulla saga di Dragon Ball, non poteva mancare il caricamento del Ki e le meccaniche relative ad esso.

Per il momento le informazioni in nostro possesso sono limitate, ma restate aggiornati sul nostro sito per nuove informazioni!

 

Fonte: Wikipedia

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all'università di Milano-Bicocca. Esperto nell'ignorare le continue segnalazioni del "è bravo, ma non si impegna", decide di impegnarsi appieno nell'attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.