[Guida] Paladino Holy – Patch 7.3

Bentornati alla sezione della guida alle classi! Oggi vi introdurremo nel mondo degli healer con la terza ed ultima specializzazione del paladino: il paladino Holy. Uno degli healer più usati al momento e andremo a scoprire il perché. Scopo di questa guida sarà quello di fornirvi gli strumenti per effettuare la miglior scelta in base al contenuto che dovrete affrontare. Detto questo, cominciamo.

Il potenziale del Paladino Holy

Molti di voi si staranno chiedendo perché il paladino holy dovrebbe essere migliore di altri e la nostra risposta è: ve ne accorgerete presto.

+ cooldown molto forti e dal breve tempo di recupero;
+ ottima cura su bersaglio singolo;
+ enorme scelta di gameplay in base ai talenti;
complicata cura AoE;
dipendente dal posizionamento.

Iniziare

Il paladino Holy ha come risorsa principale il mana. Nonostante in contenuti come Mythic + e dungeon vari non abbia problemi di mana, potreste incontrare qualche difficoltà in scenari tipo raid. Per evitare questo problema bisogna pensare a quello che si fa ed ottimizzare al meglio ogni nostra magia. Il paladino Holy ruota attorna alla possibilità di fare critico grazie a  che ci permette di fare una scelta. Avere il 50% in più di cure con  oppure ridurre il tempo di cast di  di 1.5 secondi. Oltre a questo abbiamo l’abilità dell’artefatto  che lascia un buff agli alleati che cura che aumenta le cure ricevute del 40%. Con il paladino Holy dobbiamo usare sapientemente i cooldown che disponiamo e ciclarli continuamente senza mai sovrapporli, andando a fornire alle nostre cure un costante buff e diventando così una macchina delle cure.

La scelta dei talenti

Che contenuto dovrete affrontare? Questa è la domanda fondamentale che un paladino Holy si deve porre. La scelta dei talenti dipende massivamente dalla risposta che diamo a questa domanda.

albero dei talenti per il paladino holy

La scelta dei talenti effettuata è dimostrativa, non vuole essere un esempio da seguire assolutamente.

Tierset 1 (Livello 15)

abilità molto economica e con tempo di recupero relativamente basso che cura massivamente un bersaglio dopo 5 secondi.

abilità molto costosa con un minuto di recupero che piazza un martello che cura tutti gli alleati entro una zona moderata e danneggia gli avversari.

abilità passiva che causa  di ridurre il tempo di recupero di  e di  di 1,5 secondi.

è da evitare nella maggior parte dei casi, non perché non sia una abilità forte ma perché le altre due scelte sono semplicemente migliori.   è perfetta in ogni scenario e per usarla serve solo un minimo di strategia e pianificazione, conoscere e prevedere il danno vi permetterà di usarla al meglio.   è una scelta molto forte e vi permette di unire una solida componente di danno nella rotazione e di pianificare l’uso delle due abilità di cura più forti che disponete.

Tierset 2 (Livello 30)

fornisce due cariche di .

riduce il tempo di recupero di  del 30%.

aumenta la portata delle cure e di  del 50% per dieci secondi.

è molto comoda se avete dei problemi di movimento, spesso è usata nei dungeon dove la velocità di movimento è un fattore dominante.  è una scelta molto utile se avete poca fiducia nel tank, aver la possibilità di usare più spesso  è una vera manna.  è utile soprattutto nei raid, quando il party è distribuito su tutta l’arena di scontro e la vostra mastery non funziona al meglio.

Tierset 3 (Livello 45)

  riduce il tempo di recupero di  di 10 secondi.

incapacita il bersaglio per 1 minuto, danni eventuali cancellano l’effetto.

acceca tutti gli avversari circostanti disorientandoli, eventuali danni cancellano l’effetto.

La scelta di questi talenti è interamente in base alle necessità vostre, del contenuto che dovrete affrontare e dai membri del vostro party.

Tierset 4 (Livello 60)

riduce i danni subiti dagli alleati entro 10 metri dal paladino del 20% diviso tra tutti gli alleati nell’aura.

sopra al 75% di vita il 10% dei danni subiti dagli alleati entro 10 metri viene trasferito al paladino.

cura moderatamente fino a 3 alleati entro 10 metri dal paladino.

è perfetta per i contenuti come le istanze dove il numero di alleati è ridotto, in modo tale da rendere il più efficacie possibile la riduzione del danno. Molto potente l’effetto attivato da [wohead spell=31821 lang=it].  di base non è così potente, ma la sua vera forza si mostra quando viene attivata [wohead spell=31821 lang=it], diventando una delle abilità più forti per l’AoE healing del gioco.  è molto forte in raid grazie al continuo flusso di cure, con [wohead spell=31821 lang=it] l’effetto diventa esteso a 6 persone e raddoppia l’efficacia delle cure.

Tierset 5 (Livello 75)

conferisce a   e a una possibilità del 15% di non costare mana e di non avviare il tempo di recupero.

abilità che aumenta la haste del 30% e aumenta le cure fornite da  del 30%.

abilità che se usata su un avversario gli infligge danni consistenti e cura moderatamente fino a cinque persone, se usata su un bersaglio alleato lo cura considerevolmente ed infligge danni moderati fino a cinque avversari vicini.

è la scelta più debole tra questa sezione di talenti, è molto utile tuttavia se avete dei problemi con la gestione del mana, garantendo l’uso di abilità senza costi di mana.  è anch’essa una scelta debole, non c’è un vero scenario al momento dove questo talento sia meglio degli altri due.   è la scelta migliore, non tanto per il bonus alla haste, quanto il bonus alle cure che porta.

Tierset 6 (Livello 90)

causa  di ridurre i danni subiti da  del 25%, l’effetto si può accumulare.

 aumenta la durata di  del 25% e attivarla riduce il tempo di recupero di  del 50%.

 causa  di lasciare un marchio con 40 cariche sul bersaglio, attaccarlo consuma una carica e cura moderatamente.

è l’abilità mandatoria per contenuti tipo dungeon e anche molto forte in un contesto tipo raid, oltre che essere molto divertente da usare perché modifica la rotation velocizzando il tutto.  scelta molto forte in raid, sembrerà che le cure siano così moderate da essere irrilevanti, ma messe insieme sono enormi e ad un costo estremamente ridotto. .

Tierset 7 (Livello 100)

permette di marchiare un secondo bersaglio con  ma ne riduce l’efficacia ad entrambi del 20%.

aumenta l’efficacia di  del 25% e causa a  di funzionare anche con il  oltre che il paladino, chiunque sia più vicino.

abilità che rimpiazza  e che ha un tempo di recupero di 15 secondi, pone un marchio su fino a 4 alleati, le cure eseguite dal paladino verranno replicate per il 40% sui possessori del marchio.

Tutte e tre le scelte disponibili sono molto forti.   è molto utilizzato in dungeon e permette di fornire cure massive all’intero party.  risolve molti problemi relativi al posizionamento in raid, oltre che potenziare la vostra principale abilità di cura AoE.  è ottimo se anche l’offtank o un secondo bersaglio ricevono danni costanti.

Le priorità delle statistiche secondarie

A causa della nostra abilità passiva  , il critico diventa la statistica secondaria più importante in assoluto. Di conseguenza haste passa all’ultimo posto perché abbiamo già la riduzione dei tempi di cast. Per quanto riguarda mastery e versatility dipende dal posizionamento e dal contenuto, in raid forse versatility viene più in vostro aiuto perché così dovrete preoccuparvi meno del posizionamento rispetto al resto del party.

  1. Critical strike;
  2. Mastery;
  3. Versatility;
  4. Haste.

Leggendarie

Per quanto riguarda il paladino Holy, le principali leggendarie che vi consigliamo sono:

  • ;
  • ;
  • ;
  • ;
  • .

Noi di DevilsGames consigliamo:

Per portare il paladino Holy a risplendere e a dominare ogni scenario dovrete essere accorti e fare delle scelte ben ragionate. Il tratto dell’artefatto  che aumenta le cure del 10% ai bersagli di  può essere usato in diversi modi, sia per l’AoE healing che per il single target healing. L’abilità stessa dell’artefatto è ottima in questo senso. Inoltre siete un paladino e quindi avete accesso alle Benedizioni, usatele ogni volta che ne avete l’occasione perché sarà il fattore che vi distinguerà dagli altri paladini! Iniziate a pensare a  come ad un cooldown difensivo da utilizzare sul tank, perché il 30% di riduzione del danno è assolutamente fantastico. Il semplice spam di   non vi porterà da nessuna parte, vi aiuterà solo a finire il mana in fretta senza nulla di fatto.

Detto questo, divertitevi con il vostro paladino holy e divertitevi soprattutto a superare i tank in dps nelle bossfight! Perché non ve l’ho ancora accennato ma i paladini Holy sono tra le classi di healer che fanno più danno in assoluto!

Se siete interessati ad altre classi e/o specializzazioni nel mondo di World of Warcraft e vi serve una guida introduttiva, date pure un occhio alla nostra sezione sulle guide di classe.

Che la luce sia con voi paladini.

Fonte: Wowhead

Valerio Ferrara

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all’università di Milano-Bicocca. Esperto nell’ignorare le continue segnalazioni del “è bravo, ma non si impegna”, decide di impegnarsi appieno nell’attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *