Buona la prima per Reikon Games, Ruiner è fantastico!

Pubblicato il 26 settembre 2017 da Devolver Digital, Ruiner è il titolo d’esordio del team di sviluppo polacco Reikon Games. Il gioco si presenta come un action shooter dai toni brutali e basato su un anime. Il contesto è cyberpunk e le premesse sono ottime.

Sviluppato con Unreal engine 4, Ruiner è ambientato nel futuro, precisamente nel 2091 in una città nota come Rengkok. L’ambiente ricorda molto quello del film “Blade Runner” per chi lo conosce.

Cosa sappiamo su Ruiner

Impersoniamo i panni di “Puppy” anche se tutto può sembrare tranne che un cucciolo. Indossiamo una giacca di pelle e una maschera tech sopra la quale appariranno diverse frasi durante la nostra esperienza. Una voce ci parlerà direttamente nei nostri pensieri, una voce che risponde ad un nome “Her”. La semplicità dei nomi rispecchia anche la semplicità della trama, poiché sarà principalmente una frase a guidare le nostre azioni, una frase che comparirà spesso sulla nostra maschera: Kill Boss.

ruiner: primo piano di Puppy

Da quel che si capisce siamo stati hackerati mentalmente e si sono impossessati del nostro libero arbitrio, andandoci ad instillare il compito di uccidere il Boss di Heaven. Ci risvegliamo con un vecchio che sta armeggiando il nostro cervello asserendo che ora siamo a posto, nonostante i continui glitch e vuoti di narrativa durante il gioco ci fanno intuire il contrario. Di contro abbiamo un braccio che è bionico e molto performante, ottima arma e difesa contro i balordi che troveremo per le strade.

Ruiner è la nostra fedele pistola, con la quale scateneremo un massacro non appena ci sarà l’occasione.

Per quanto riguarda il gameplay, Ruiner è molto appagante, veloce e soprattutto violento. Sviluppato come un Twin Stick Shooter isometrico, punta molto su componenti come grafica e colonna sonora, andandoli a rendere indispensabili per una valutazione del gioco. I comandi sono molto semplici, ma gestirli al meglio è complicato. Alla fine di ogni livello si otterrà una valutazione che va da F a S+ in modo da poter avere un metodo di paragone per la propria performance.

In conclusione Ruiner è un gioco crudo e da una storia semplice, che però nella sua semplicità riesce a mandare messaggi per niente banali e ad intrattenere con un gameplay tutt’altro che noioso. L’uso della colonna sonora mentre si gioca è obbligatorio, anche se non siete dei fan della musica tech.

Per maggiori informazioni su Ruiner e su altre novità, restate aggiornati sul nostro sito.

 

Fonte: Ruinergame.com

Valerio Ferrara

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all’università di Milano-Bicocca. Esperto nell’ignorare le continue segnalazioni del “è bravo, ma non si impegna”, decide di impegnarsi appieno nell’attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *