Epic Games risponde alle domande su Fortnite

Dopo un botto forse inaspettato persino per Epic Games, il numero di giocatori connessi a Fortnite continua a crescere. Il gioco, sempre più popolare, sta gradualmente venendo arricchito dal team di sviluppo, che mese dopo mese -dietro gli scrupolosi feedback dei fan- fixa i bug e introduce nuove armi e feature.
Fortnite continua ad evolvere, ma si sa, molti videogiocatori difficilmente saziano la propria sete d’informazioni. Così Eric Williamson, sviluppatore presso Epic Games, ha raccolto una manciata di domande poste dall’utenza e ha risposto in un breve video. Di seguito, l’estratto del video realizzato da Epic.

Tutti i nuovi aggiornamenti di Fortnite

Come funziona il sistema di progressione?

Ogni volta che si disputa un match si ottiene un certo quantitativo di esperienza, utile per salire di livello. Arrivati a determinati “livelli chiave” come il decimo e il venticinquesimo, il gioco ricompenserà i videogiocatori con delle ricompense.

Le prime due ottenibili sono uno stemma raffigurante l’autobus che trasporta i player nell’arena, e il secondo un deltaplano.

Perché vengono continuamente cambiati parametri chiave come la sensibilità?

Al fine di dare la migliore esperienza possibile ai player, Epic sta cercando di trovare la migliore soluzione. Detto questo, riconosce che questi frequenti cambiamenti infastidiscono l’utenza. Per questo motivo d’ora in avanti questi cambiamenti saranno molto meno frequenti.

Cosa si può dire riguardo il nuovo schema di controlli?

Ascoltando il feedback degli utenti è stato costruito un nuovo schema di controllo PRO per i pad console, Playstation e Xbox, in grado di migliorare l’esperienza complessiva, a partire da come si cambia arma fino ad arrivare al sistema di costruzione. Il nuovo schema di comandi è ancora in fase di perfezionamento pertanto qualcosa potrebbe cambiare. In futuro non è da escludere la possibilità che questo schema sostituisca quello base.

 

In futuro verranno introdotte classifiche globali?

Stando agli sviluppatori le classifiche verranno introdotte durante il processo di sviluppo, anche se non è ancora dato sapere quando. In questo momento il team è concentrato sullo sviluppo delle Statistiche, aspetto dal grande potenziale secondo Epic.

Ci saranno delle migliore per le trappole?

Si, il team è al lavoro su di alcuni prototipi che non sono ancora pronti a mostrare. Il principale problema che stanno cercando di risolvere è quello della usabilità. Al momento le trappole impiegano troppo tempo al giocatore per essere piazzate. Di conseguenza il team sta lavorando per diminuire gli step e ridurre il tempo necessario per piazzare una trappola.

La modalità Battleroyale vedrà l’arrivo di nuove mappe?

A questa domanda purtroppo non è stata data risposta. L’obiettivo principale del team è al momento quello di irrobustire la mappa corrente. Epic vuole introdurre molti più punti di interesse al fine di frammentare ancor più i partecipanti. Per far questo il team inserirà molti più punti di interesse e allargherà leggermente la mappa.

Chi ha qualche ora all’attivo sa bene che i primi minuti di gioco sono cruciali. La maggior parte dei videogiocatori si concentra in pochi punti dal forte interesse per via del loot particolarmente ricco. Questo perché la posizione del loot non è randomica ma fissa, per chi non lo sapesse.

Questo ovviamente non esclude il fatto che in futuro nuove mappe possano essere aggiunte.

Queste in sostanza sono le domande fatte dai videogiocatori a Epic Games, e le risposte date dal team. Il gioco sta crescendo, e anche bene. Epic Games fortunatamente ha mostrato di avere piani a lungo termine per Fortnite, e questo non può che far felici i videogiocatori. Come sempre, per via dei diversi tempi di sviluppo non tutte le novità introdotte in questo articolo vedranno la luce insieme. Per alcune dovremo purtroppo aspettare un po’ più di tempo.
Nel frattempo, di seguito, come sempre vi lasciamo il video completo.

Gabriele Viganò

Amante dei viaggi e della fotografia, è un appassionato di film, serie tv e videogiochi. Cresciuto a pane, Tekken e Star Wars, dopo il diploma Scientifico con sperimentazione Tecnologica ha deciso di buttarsi nel “meraviglioso” mondo di Internet. Dopo quasi tre anni di esperienza nel mondo delle utility ha deciso di creare qualcosa di proprio.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *