[Guida] Cavaliere della Morte Sangue – Patch 7.3.5

E’ giunto il momento di iniziare a prepararsi per la Battaglia di Azeroth e il modo migliore per farlo è provare nuove classi! Il Cavaliere della Morte è la classe che in World of Warcraft riesce meglio a trasmettere il tema su cui si basa. La specializzazione Sangue vi permetterà di accedere al ruolo di Tank, dominando la scena e accusando colpi come se fossero carezze.

Il Cavaliere della Morte Sangue

Il tema principale su cui verte la specializzazione Sangue è la self-healing, ovvero la capacità di curare se stessi, molto apprezzata dagli healer. In Legion questa sua capacità è stata portata agli estremi e spesso potrete trovare alcuni Cavaliere della Morte Sangue dominare le classifiche di cura. Caratterizzata da una forte interazione tra le abilità, questa classe è considerata tra i più forti Tank presenti sulla scena attuale. Ma diamo uno sguardo ai punti di forza e debolezza.

+ Ottimo bacino di vita;
+ CD molto forti e con tempi di recupero ridotti;
+ Grande capacità di Self Healing;
+ Potenti abilità di utility;
Mobilità assente;
Debole capacità di riduzione del danno.

Strategia, pianificazione e uso delle risorse sono le chiavi principali con le quali potrete ottenere enormi risultati e apprezzare davvero la classe. Inoltre il Cavaliere della Morte Sangue viene invidiato da tutti gli altri Tank principalmente per due abilità che lo caratterizzano e che permettono di gestire alcune situazioni in maniera creativa, che sono: .

Getting started

Il Cavaliere della Morte Sangue basa il suo gameplay sull’uso di due risorse distinte: le rune ed il potere runico. Alcune abilità consumano rune per venire attivate e generano potere runico, mentre altre abilità lo spendono per venire attivate. Come gestire queste due risorse per evitare di ritrovarsi senza rune né potere runico? Bisogna interpretare la rotation come una danza e cercare sempre di mantenere un equilibrio tra le due risorse, tenerne traccia e prevedere di cosa potremo avere bisogno in modo da gestirle al meglio.

Fondamentale sarà di assicurarvi sempre di avere attive almeno 5 cariche di  e avere sempre a disposizione il potere runico necessario per usare . Sistemato il fattore “survivability”, è il momento di gestire il fattore “aggro” e convincere tutti gli avversari che siete voi il loro bersaglio. Per questo processo basta attivare anche solo una volta e il gioco è fatto. Se per caso non dovesse funzionare, riusatelo tanto ne avete 2 cariche!

Principalmente i fondamentali sono questi, ultima cosa a cui dovete fare attenzione è l’uso di  che può venire usato sia come cura (attenzione al fatto che cura in base a quanti danni avete appena subito!), sia come mitigazione del danno grazie a .

La scelta dei talenti? No problem!

Per quanto riguarda il Cavaliere della Morte Sangue la scelta dei talenti è relativamente obbligata, ma al cambiare della situazione e degli scenari, ad esempio in un contesto tipo M+, si scopre estremamente versatile e in grado di affrontare qualsiasi situazione.

Scelta suggerita dei talenti per il cavaliere della morte sangue

Esempio di selezione dei talenti

La seguente selezione è puramente indicativa.

Opzione 1 (Livello 56)

: causa ai tuoi colpi critici una possibilità di generare dei vermi del sangue che attaccano il tuo bersaglio, infliggendo lievi danni e curandoti del 15% della tua salute mancante quando esplodono.

: causa  di generare 2 potenza runica aggiuntiva per bersaglio colpito.

: abilità canalizzata che succhia vita all’avversario.

Attualmente, la scelta più forte è , mentre  è troppo randomico e quindi non viabile e  non trova un vero utilizzo con la qualità dell’equipaggiamento che si ottiene a questo punto.

Opzione 2 (Livello 57)

: aumenta la frequenza di danno di e se ci si trova nella sua area genera 1 potenza runica al secondo.

aumenta la durata di di 2 secondi.

: gli attacchi che infliggono danni maggiori del 25% della salute massima, consumano un ulteriore carica di .

nella maggior parte degli scenari in cui vi troverete risulta essere la scelta più solida.  non trova un vero utilizzo perché vi costringe ad una gestione delle risorse non corretta.  tuttavia potrebbe trovare la sua nicchia in qualche scenario nel quale si viene colpiti spesso e pesantemente.

Opzione 3 (Livello 58)

: se  ha almeno 5 cariche, il costo di  si riduce di 5 e inoltre la potenza runica massima aumenta di 10.

: genera una runa. Ha due cariche.

: aumenta la salute massima del 25% per 10 secondi.

non trova un vero utilizzo anche perché con i livelli di haste che si raggiungono adesso, la rigenerazione delle rune non è più un problema.  può trovare un suo utilizzo in qualche M+ con specifici affix, ma tendenzialmente è una scelta debole.  risulta essere la scelta prevalente, rende la rotation più fluida e rende meno punitiva la gestione delle risorse.

Opzione 4 (Livello 60)

: piazza un marchio su un bersaglio nemico. I suoi attacchi automatici ti curano del 3% della tua vita massima.

: consumare 6 potenza runica riduce di un secondo il tempo di recupero di .

: consuma fino a 5 cariche di . Per ogni carica consumata rigenera 6 potenza runica e assorbe danni pari al 6% della tua salute massima per 8 secondi.

Nonostante le altre due abilità siano interessanti e trovino spazio per venire usate, in questo caso  è un’opzione così forte e versatile da monopolizzare la scelta.

Opzione 5 (Livello 75)

: riduce il tempo di recupero di  e causa di ridurre la velocità di movimento degli avversari dentro la sua area del 70%.

: subire danni da  genera una possibilità di venire impauriti per 3 secondi.

dura il 100% in più e rimuove tutti gli effetti di stordimento, rallentamento e intrappolamento quando lanciato.

Questa selezione è dedicata interamente al Crowd Control e alla mobilità, conseguentemente la scelta dipende interamente dallo scenario che dovete affrontare. Per esempio viene sempre lasciata in disparte come scelta, ma in M+ è un ottimo modo per mitigare il danno perché mette costantemente in paura qualche avversario, riducendo notevolmente il numero di colpi subiti al secondo.

Opzione 6 (Livello 90)

: danni ridotti del 35% al di sotto del 35% di vita massima.

: consuma una runa per ridurre tutti i danni subiti del 40% per 3 secondi.

: ogni carica di aumenta la salute massima di 2%.

è assolutamente sconsigliabile perché raramente ci si troverà costantemente al di sotto del 35% di vita e di conseguenza la sua efficacia si riduce nettamente.  può essere efficace in situazioni in cui dovrete tankare una grande quantità di danno che sia prevedibile e concentrato in una finestra di pochi secondi. Per tutte le altre situazioni  resta la scelta più solida e facile.

Opzione 7 (Livello 100)

: consuma tutta la potenza runica disponibile, ogni 10 consumata la durata aumenta di 1 secondo. Crea un turbine di ossa che infligge ingenti danni e cura del 2% della vita massima ogni secondo.

: il 20% dei danni subiti viene reindirizzato sul bersaglio per i prossimi 10 secondi.

: Se vengono subiti danni mortali non si muore ma si crea uno scudo che assorbe tutte le cure ricevute pari ai danni ricevuti per i prossimi 3 secondi. Se allo scadere del tempo lo scudo non è stato curato interamente si muore.

è il miglior paracadute per il Cavaliere della Morte Sangue, anche se adesso potreste credere che saranno rari i casi in cui si attiverà, fidatevi, questo talento salverà delle situazioni molto pericolose e permetterà di evitare dei wipe così spesso che vi stupirete. Le altre due scelte, per quanto forti e divertenti da usare, perdono un po’ in confronto. Il nostro consiglio è di incominciare con  e poi quando vi sentite confidenti, di provare le altre due.

Priorità sulle statistiche secondarie

Il Cavaliere della Morte Sangue due statistiche secondarie obbligatorie che sono haste e versatility che garantiscono rispettivamente un uso più fluido delle risorse e una capacità di sopravvivenza maggiore. Per quanto riguarda il critical strike e la mastery le priorità cambiano, perché se avete bisogno di fare più danni allora si deve puntare sul critical strike, altrimenti investite in mastery.

  1. Haste;
  2. Versatility;
  3. Mastery;
  4. Critical Strike.

Tendenzialmente la stamina è un’ottima statistica in cui poter investire perché aumenta considerevolmente il bacino di vita disponibile.

Quali leggendarie preferire?

Nonostante il Cavaliere della Morte Sangue sia una classe già solida e con un buon gameplay di base, le leggendarie a cui ha accesso sono eccezionalmente utili e potenti. Se possedete anche una sola tra quelle citate, la differenza si sente.

  • aumenta i danni e le cure fornite dal prossimo del 20%, massimo 5 cariche.
  • ti restituisce il 15% della potenza runica spesa se ti cura di più del 10% della vita massima.
  • : aumenta i danni inflitti e le cure ricevute da del 100%.
  • : fornisce il talento .

Ognuna di queste opzioni, oltre che modificare il gameplay, garantisce una survivability ed un miglioramento nella capacità di tanking eccezionali. Le altre le altre leggendarie sono molto più situazionali e sono da considerarsi inferiori rispetto a quelle selezionate.

 

Interessati ad altre classi? Consultate pure la nostra sezione di guida alle classi.

 

Fonte: Wowhead

Nato con tastiera e mouse in mano, dedica la sua carriera al gaming e al marketing, laurendosi all'università di Milano-Bicocca. Esperto nell'ignorare le continue segnalazioni del "è bravo, ma non si impegna", decide di impegnarsi appieno nell'attività di perditempo, qualificandocisi a pieni voti.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.