Avatar Xbox: cercasi Creative Director per nuove esperienze

Dopo la notizia di qualche giorno fa riguardante la ricerca di un Principal Program Manager da inserire all’interno di un nuovo studio a Santa Monica, ecco che si torna a parlare di Xbox e della sua volontà di ampliare gli studi first party. Questa volta il colosso è alla ricerca di una figura in grado di creare esperienze per i nuovi avatar Xbox.

Nuovo studio focalizzato sugli avatar Xbox

Annunciati nel corso dell’E3 dello scorso anno, i nuovi Avatar Xbox dovrebbero essere lanciati sul mercato proprio quest’anno. Realizzati con il motore grafico Unity e ideati per rimpiazzare i vecchi avatar, prodotti nel troppo lontano 2008, i nuovi avatar sono stati pensati per essere altamente personalizzabili, come potete vedere dal video presente in fondo all’articolo.

Con questa nuova generazione Microsoft sembra voler ripartire da dove si era fermata, riprendendo “l’esperimento” di unire la funzionalità estetica dei nostri alter ego con quella pratica. Inserire gli avatar xbox nei videogiochi, insomma.

Quanti di voi si ricordano giochini frutto del programma Arcade come A World of Keflings? 

Noi si, e seppur l’idea di gettare il nostro avatar nella mischia fosse carina, pad alla mano vi possiamo garantire che questi vecchi titoli erano si in grado di regalare qualche ore di sano divertimento, ma alla lunga non risultavano nulla di memorabile. Il fatto però che Microsoft si sia messa alla ricerca di un Creative Director da affiancare ad uno studio a quanto pare già esistente, o comunque in via di formazione, fa ben sperare.

Così su due piedi, un utilizzo simpatico dei nuovi avatar xbox potrebbe essere la loro introduzione nel mondo di Sea of Thieves. I due stili grafici, seppur diversi, con qualche aggiustamento si potrebbero ben sposare.

Tutto ciò che sappiamo sugli Avatar

Stando a quanto dichiarato da Microsoft l’ecosistema che dovrebbe girargli attorno non dovrebbe essere troppo diverso da quello presente su Xbox 360. Quasi sicuramente ritroveremo uno store, dove acquistare tutti i capi d’abbigliamento, i gadget e gli oggetti di scena necessari per rendere unico il nostro Avatar. Se le cose dovessero poi ripercorre i passi fatti con 360 non ci stupiremmo di vedere oggetti cosmetici sviluppati direttamente dalle software house esterne, come i set da pistolero del primo Red Dead Redemption o i costumi da Locusta di Gears of War.

Come potete osservare il salto di qualità tra la vecchia generazione di avatar Xbox e quella nuova è evidente.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.