Red Dead Online Battle Royale: come funziona Make it Count

Red Dead Online è da poco arrivato sul mercato e i giocatori sono già andati in fibrillazione. La modalità online di Red Dead Redemption 2 non solo offre una storia separata da quella principale, con tanto di quest principali e secondarie, ma mette a disposizione anche tutta una serie di modalità online che potremmo definire classiche.

Tra le tante è presente anche Make it Count, la Battle Royale di Red Dead Online, che poi tanto classica non è come modalità ma che sicuramente è molto in voga in questo periodo.
In questo articolo andremo dunque a vedere come funziona Make it Count e come gli sviluppatori di Rockstar Games hanno ideato la modalità battle royale di Red Dead Online.

Come funziona Make it Count

Come sempre il funzionamento di base è lo stesso: un gruppo di persone viene catapultato in una mappa con lo scopo di sconfiggere i propri avversari e restare gli unici superstiti. La Battle Royale di Red Dead Online però è atipica, perché in giro per la mappa di gioco non vi sono armi o potenziamenti da raccogliere. Tutti possiedono le stesse armi fin dall’inizio e sono sullo stesso livello di potenza di fuoco. Se ve lo steste chiedendo abbiamo parlato di armi e non di arma perché queste variano a seconda della modalità trovata.

Make it Count è diviso sostanzialmente in due modalità, o forse sarebbe più corretto dire varianti. Nella prima i giocatori sono muniti di arco e frecce, mentre nella seconda di un coltello da mischia e da alcuni coltelli da lancio.
Questo rende Make it Count una Battle Royale molto distante dalle altre che hanno reso famoso il genere, perché è molto incentrata sul combattimento ravvicinato, tutto al più dalla media distanza con l’arco.

No al camping

Nulla da fare, la tenda non si può piazzare in Make it Count.

Non c’è spazio per i camper in Red Dead Online. Con somma gioia di molti giocatori, Rockstar Games ha creato la propria Battle Royale in modo da scoraggiare il fenomeno del camping, molto presente in PUBG per esempio.

Data la scarsa presenza di edifici o rifugi dentro i quali nascondersi, e la struttura molto aperta delle mappe, nascondersi nei cespugli o dietro gli alberi viene naturale. D’altronde è l’unico modo per passare inosservati. Rockstar questo lo capisce ma per scoraggiare il camping ha introdotto un sistema che scoraggia il gioco stazionario. Dopo un numero imprecisato di secondi passati restando fermi nello stesso punto il gioco avviserà il giocatore dell’imminente segnalazione sulla mappa. Inoltre, dovete sapere che quando due giocatori si avvicinano l’uno all’altro i rispettivi pad vibrano ad indicare la presenza di un nemico.

Una Battle Royale atipica

Come avrete sicuramente capito Make it Count non è la solita modalità Battle Royale che si trova in giro. Rockstar Games ha creato qualcosa di atipico, di unico. Il funzionamento è sempre lo stesso anche se non ci paracaduta da un aereo e non ci sono 100 giocatori (il massimo in questo caso è 13), nonostante questo però Red Dead Online può vantare una Battle Royale di tutto rispetto, che sicuramente saprà intrattenere molti giocatori.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.