Assicurazione LTI: vantaggio o comodità?

Quando si parla di assicurazione su Star Citizen si aprono sempre mille dibattiti, per i nuovi giocatori non è semplice da capire, coinvolge gli acquisiti in-game con valuta reale e a volte accende anche un po’ di polemica quando si tocca il tasto dello sviluppo finanziato in parte dagli acquisti in gioco della Beta.

Fortunatamente Star Ctizien e Cloud Imperium Games non obbligano a fare nulla. I giocatori come è giusto che sia sono liberi di spendere o non spendere i propri soldi.

La Lifetime Insurance (LTI) rientra tra quei benefici a pagamento che i giocatori possono decidere di abbracciare oppure no. L’assicurazione LTI per esempio consente a tutti quei giocatori che desiderano spendere soldi extra sul gioco di non doversi mai più preoccupare di pagare l’assicurazione della nave. Questa viene infatti venduta in coppia con una astronave.

Ma l’assicurazione a vita costituisce un reale vantaggio o più che altro una comodità?

Vantaggio o comodità?

Volendo dare la solita risposta politica potremmo dire che dipende, ma la realtà è un’altra: l’assicurazione LTI è sia un vantaggio che una comodità.

Non doversi mai più preoccupare di pagare l’assicurazione della propria astronave è certamente una comodità, dato che con la LTI non vi sono costi da sostenere mensilmente, ma è anche vero che costituisce un vantaggio. Vantaggio che va a semplificare la vita di tutti coloro che desiderano creare un’organizzazione.

Si perché con un’assicurazione normale acquistare navi di grosso calibro come fregate o simili è abbastanza impegnativo, dato che il costo mensile sale con l’aumentare delle dimensioni della nave. Pur vero che facendo parte di un’organizzazione è possibile ammortizzare il costo dividendolo tra tutti i membri del clan ma è un dato di fatto che con la LTI si taglia la testa al toro.

Se almeno 1 membro su 3 possiede anche solo una nave come la Kraken munita di LTI si fa presto a creare flotte imponenti. Il problema poi è avere abbastanza membri per poterle pilotare.

Resta da capire se il team di sviluppo metterà qualche paletto in tal senso per impedire che il gioco, un domani, possa diventare un pay to win.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.