Costo Google Stadia: analista IDC suggerisce il prezzo

Da quando Google Stadia è stato annunciato durante la Game Developer Conference in giro per l’Internet non smettono di fioccare domande e dubbi: la presentazione fatta dal colosso americano è stata lunga ma non ha risposto proprio a tutte le domande, per quelle dovremo aspettare il corso di questa estate.

Nel frattempo un’analista di IDC, Lewis Ward, si è lanciato all’attacco ipotizzando il costo di Google Stadia, facendo una previsione sui contenuti al lancio e osservando i comportamenti e le mosse dei concorrenti sul mercato.

Possibile costo di Google Stadia

L’analista del gruppo IDC ipotizza come molti un servizio in abbonamento, presumibilmente mensile, con un prezzo bene o male in linea con quello della concorrenza. Tutto nella norma direte voi, si se non fosse per il fatto che Ward ha suggerito una base di 500 titoli. Se non bastasse il numero che noi francamente riteniamo elevato, l’analista si è spinto oltre suggerendo un aggiornamento mensile di 50 giochi. Decisamente esagerato per quanto ci riguarda. Il tutto per giustificare un prezzo, 15 dollari, che a detta di Lewis Ward dovrebbe essere non solo in linea con gli altri servizi ma addirittura concorrenziale.

Dubbi e perplessità

Ora, se da un lato ci sentiamo in sintonia con quanto detto da Ward, dall’altro non possiamo che essere scettici e avanzare dei dubbi. In primo luogo come detto ci sembra improbabile un parco titoli così ampio al lancio, anche perché gli sviluppatori fino all’altro ieri non hanno mai amato questi servizi in abbonamento. Bisogna capire quante case aderiranno al progetto oltre a Ubisoft, così come non è ancora chiaro se i giochi saranno disponibili al lancio in contemporanea, come succede con le esclusive Xbox sul Game Pass, oppure dopo quanto tempo verranno pubblicate sul servizio. Per quanto riguarda il prezzo, invece, concordiamo con Ward, per riuscire ad entrare di prepotenza in un mercato “non suo” la mossa migliore che Google possa fare è quella di proporre non solo un prezzo di Stadia concorrenziale ma anche leggermente più basso.

Tenete sempre in mente una cosa: sono le esclusive a fare la differenza, e Google ad oggi non possiede il know how di Playstation e Xbox tanto meno le esclusive degli altri due giganti. Un altro punto punto interrogativo va quindi aperto su Stadia Games and Entertainment. Cosa svilupperà in esclusiva?

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.