Controller Stadia: Google Assistant e condivisione su YouTube

Google è entrato di prepotenza nel mercato videoludico. Dal giorno alla notte semplici rumor si sono rivelati una realtà molto dura da digerire per gli altri colossi del mercato. Le azioni di Nintendo e Sony sono calate dopo l’annuncio di Stadia e Google si sta lentamente armando per offrire ai giocatori la migliore piattaforma di gaming in streaming e i migliori giochi, grazie anche all’annuncio di Stadia Games and Entertainment.

Tra i tanti annunci il controller di Stadia non è certo passato inosservato. Dall’aspetto familiare, molto simile per certi versi al Pro controller della Switch e a quello della One, il controller Stadia si propone come il passo avanti nella “scala evolutiva” dei pad.

Collegato diretto a Stadia

Il primo elemento rivoluzionario di questo controller risiede nel modo in cui si collega. Tralasciando il classico collegamento al computer tramite cavo USB-C, se lo si desidera, lo Stadia controller si connette wireless al televisore/cellulare/computer collegandosi direttamente a Stadia.

Ciò consente di mantenere l’istanza di gioco sempre attiva diminuendo anche la latenza a quanto dicono. Ci spieghiamo subito meglio. Mettiamo caso che abbiate iniziato la sessione sul vostro televisore in camera, che in un secondo momento avete dovuto abbandonare causa forza maggiore. Nel momento in cui andate a collegare il vostro pad al telefono, per esempio, avrete modo di riprendere la sessione esattamente dove l’avete lasciata senza dover ricaricare o salvare nulla.

Cattura e condivisione immediata

Un altro elemento che ha sorpreso tutti è il tasto per la cattura e la condivisione diretta. Data la sempre più presente presenza, perdonate la ripetizione, di photo mode e affini Google ha introdotto un tasto dedicato proprio a questo. Premendolo è possibile scattare foto ed effettuare stream senza alcuna interruzione. Gli stream vengono poi erogati a 60 frame al secondo con una risoluzione pari al 4k.

Ci teniamo poi a far notare che nel caso in cui si decida di iniziare una diretta mentre si gioca questa non va in alcun modo a gravare sulle prestazioni del computer e del gioco. Scompaiono dunque alcuni dei problemi più grandi degli streamer o di chi vorrebbe intraprendere un percorso del genere.

Google Assistant

Terza grande novità del controller Stadia è senza ombra di dubbio la presenza di un pulsante dedicato all’assistente Google. Grazie a questa funzionalità ogni giocatore è in grado di richiedere un aiuto qualora rimanga bloccato in una determinata sezione del gioco. In aggiunta gli sviluppatori hanno la possibilità di sfruttare questa funzionalità per fornire suggerimenti e soluzioni ai giocatori, si apre quindi una possibilità in più.

Verdetto sul controller Stadia

Il pad proposto da Google è senz’altro interessante ma qualche dubbio da parte nostra circa la maneggevolezza ancora permane, non avendolo potuto provare. Le premesse sono interessanti, così come sono elevate le armi messe a disposizione degli youtuber e streamer. Non si può negare che questo controller sia fatto per loro e per invogliarli a usare Youtube come piattaforma per lo streaming. Staremo a vedere.

In attesa di testare con mano il nuovo arrivato vi chiediamo di dirci la vostra opinione e i vostri eventuali dubbi.

Fonte: sito ufficiale Stadia

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.