Cyberpunk 2077: live demo dell’E3 2019 posticipata?!

Sembra che CD Projekt RED voglia tenere ancora sulle spine i fan di Cyberpunk 2077, posticipando la live demo oltre l’E3 2019. Ovviamente alla fiera losangelina c’è stata una nuova demo ma a porte chiuse, riservata ovviamente ad una elitè della stampa videoludica.

Prima sì, poi nope

Quello che ci lascia basiti è il fatto che secondo alcune voci di corridoio, CD Projekt RED abbia cambiato idea direttamente all’E3 2019 nel non “giocare live” una demo di Cyberpunk 2077 per via di “feedback negativi della stampa”.
Alcuni di voi ricorderanno piuttosto bene le parole su Twitter del Global Community Lead Marcin Momot che svelavano di fatto che Cyberpunk 2077 non sarebbe stato giocabile dal grande pubblico, ma che “l’avremmo mostrato noi in diretta all’E3 2019”. Abbiamo invece avuto come consolazione un “breathtaking” Keanu Revees insieme a un cinematic trailer.

Dov’è questo gameplay? Ciò che è rimasto al grande pubblico lo si può vedere in un altro tweet, che vi riportiamo poco sopra. 50 ridicoli secondi di quello che potevano essere 50 minuti di uno dei giochi più attesi, letteralmente, degli ultimi anni.

La demo di Cyberpunk 2077

Diverse testate giornalistiche hanno riportato nero su bianco quanto visto nella demo e citando i colleghi di Eurogamer.net non possiamo che dirvi che il gameplay a porte chiuse combacia abbastanza con quanto mostrato nel “gameplay sneak peak” di Cyberpunk 2077.

Tralasciando gli spoiler, la “live demo” a porte chiuse di Cyberpunk 2077 presentata all’E3 2019 ha portato i giornalisti fuori dalla metropoli di Night City. Questi, secondo quanto riportato, avrebbero vagato in una zona periferica in cui gli NPC parlavano con un particolare accento che si ripercuoteva sui sottotitoli di gioco; “un chip di traduzione avrebbe risolto il problema”.

La demo proseguiva con una gang locale che aveva ingaggiato il nostro V  di sesso maschile con skill da netrunner, portandolo a scontrarsi con un’altra gang per recuperare qualcosa di “valore”. Anche qui, sempre secondo quanto riportato dalla stampa videoludica presente all’evento, CD Projekt RED aveva mostrato vari modi per risolvere una stessa missione. La forza bruta di una V femminile dalla braccia di acciaio e un V maschio capace di hackerare in remoto il boss di turno facendolo fuori senza neanche muoversi.

Cyberpunk 2077 bacchettato dalla stampa, perché?

La demo si concludeva con l’entrata in una vasca ghiacciata, che sembra essere un modo quasi certo per connettersi al Cyberspace. Detta così sembra interessante, si ma che fine ha fatto la demo da mostrare al pubblico? Stando a quanto circolato in rete la software house sembra abbia deciso proprio durante l’E3 di rimandare la presentazione al pubblico per rifinire il prodotto, questo significa che ciò che hanno mostrato non è piaciuto, non tutto almeno.

Cosa non ha funziona al punto da costringere i ragazzi di CD Projekt a non pubblicare questa demo? Stando alla stampa internazionale il gunplay e il combattimento melee, ruvidi e distanti da quanto mostrato lo scorso anno.

Per rivedere il gioco con i nostri occhi dovremo aspettare PAX West 2019, non certo un evento di primo piano. Peccato. Questo l’avevamo intuito dalle parole del noto insider shinobi602, ma la conferma ci è arrivata chiedendo nella sezione italiana del Discord ufficiale di Cyberpunk 2077.

Cyberpunk 2077 PAX Live demo gameplay

Avatar

Videogiocatore, blogger, redattore, recensore, scrittore di fanfiction e... è tutto.

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.