Come funziona Star Citizen

Per capire come funziona Star Citizen bisogna capire come il gioco è strutturato e cosa offre. In questo articolo andremo quindi a vedere insieme come è composto il titolo, modulo per modulo, soffermandoci sulle meccaniche e sugli stili di gioco.

I moduli di Star Citizen

Per coloro che non lo sapessero Star Citizen non è il classico gioco formato da componente singleplayer e da quella multiplayer. L’IP sviluppata da Cloud Imperium Games e Chris Roberts è divisa in 4 macro aree, tutte appartenenti ovviamente allo stesso universo ma scollegate tra loro. In realtà dei collegamenti ci sono seppur piccoli, trattasi della valuta in-game e di altri aspetti ma di questo ne parleremo più avanti.

I moduli sono i seguenti: l’Universo persistente, Squadron 42, Arena Commander e Star Marine. Andiamo a vederli uno per uno.

Universo persistente

Siamo sicuri al novanta per cento che gli utenti che apriranno questa pagina su come funziona Star Citizen è perché vogliono capire qualcosa in più proprio riguardo questa modalità, usata più e più volte dal team di sviluppo per mostrare il gioco.

Con una posizione centrale rispetto agli altri moduli, l’universo persistente è un grande open world MMO, quindi contenente un numero massivo di giocatori, con forti elementi da gioco di ruolo. Anche se in questo caso il termine open world sta un pelo stretto.
In questo modulo i giocatori potranno fare quello che desiderano, letteralmente. Lo scopo è quello di giocare di role play, da soli o meglio ancora in compagnia di amici. Una volta capito come funziona Star Citizen nel suo insieme siamo certi che la maggior parte dei giocatori spenderà qui il proprio tempo.

Esploratori spaziali, soldati dell’esercito, incalliti cacciatori di taglie, minatori e commercianti spaziali, contrabbandieri o pirati, i ruoli da interpretare in questo gioco sono a completa discrezione del giocatore. Non esiste un vero obiettivo, questo modulo va vissuto. Con decine e decine di navi a disposizione di differenti misura e potenza, ogni giocatore sarà libero di fare quello che più desidera quando lo desidera. Viaggiare in altre galassie, atterrare su pianeti deserti o abitati, assaltare fregate nello spazio o depredare vecchi relitti alla deriva, la scelta è libera.

Ah quasi dimenticavamo, ovviamente ci saranno delle missioni da seguire per portare avanti determinati NPC.

Star Marine

Modulo completamente differente rispetto al primo, Star Marine mette i giocatori nei panni per l’appunto di un soldato, catapultandolo in un modulo FPS a metà tra il simulativo e l’arcade. Una delle grandi caratteristiche sulla quale punta lo studio è l’alternanza di zone a gravità zero-normali.

Con la possibilità di giocare in partite pubbliche o private, Star Marine si avvicina ai classici giochi first person shooter proponendo una personalizzazione del personaggio completa. Ogni giocatore potrà cambiare armi e tipo di armatura, modificandone il casco e il look.

Squadron 42

Proseguiamo in questa guida su come funziona Star Citizen andando ad approfondire il discorso Squadron 42, la campagna in singleplayer. Con un cast hollywoodiano composto da stelle del cinema del calibro di Mark Hamill (Luke Skywalker, Star Wars), Gary Oldman (Commissario Gordon, Trilogia Batman), Andy Serkis (Gollum, Il Signore degli Anelli) e molti altri ancora, questo modulo mette i giocatori nei panni di un soldato alle prime armi intento a raccapezzarsi in quella che è una nuova vita.

Ambientato nel 2049, Squadron 42 mette l’umanità faccia a faccia con i Vanduul, una temibile razza aliena che minaccia i confini dell’Impero Unito. La trama, con uno stampo fortemente cinematografico, presenta un sistema dinamico di reputazione e conversazione. Ciò rende l’avventura non solo più avvincente ma anche più personale, avendo difatti ognuno la possibilità di plasmare la propria.

Se vi steste chiedendo come funziona all’atto pratico Squadron 42, beh, diciamo che dovrete combattere tra spazio e terra, senza caricamento alcuno, terribili alieni per salvare l’universo.

Arena Commander

Modulo creato per gli amanti dello spazio, Arena Commander ha l’obiettivo di gettare i giocatori all’interno di intensi dogfight con altre astronavi, comandate dall’intelligenza artificiale o da altri giocatori.

Perfetta per prendere confidenza con la propria nave e imparare a volare, grazie alle modalità volo libero ed esercitazioni, Arena Commander presenta una discreta varietà di modalità. Divise in singleplayer e multiplayer, come già accennato, queste modalità permettono non solo ai giocatori di sfidarsi l’uno contro l’altro ma anche di cooperare per abbattere le navi Vanduul.
Tra le tante segnaliamo la Murray Cup, una modalità simil Wipe Out che mette i piloti su potenti bolidi con l’unico intento di tagliare il traguardo spingendosi al limite.

Questo in buona sostanza è come funziona Star Citizen nella sua interezza, modulo per modulo. Ci troviamo di fronte ad un’offerta ludica mai vista prima, capace di soddisfare i palati di diverse tipologie di videogiocatori, e potenzialmente di monopolizzarne l’attenzione.
Nel caso in cui ci dovessero essere delle modifiche o degli aggiornamenti nella struttura del titolo non mancheremo di aggiornare questa pagina.